Roma-Feyenoord, alta tensione a Tirana: ferito seriamente un albanese di 45 anni, scontri tra ultras e polizia

Le ore di vigilia della finale di Conference League tra Roma e Feyenoord a Tirana iniziano a caricarsi di tensione. Diversi tifosi di entrambe le squadre hanno già raggiunto la capitale albanese e il timore di scontri - visti i precedenti del 2015 - è molto forte. Alla luce soprattutto del comportamento dei sostenitori olandesi, che già nella giornata di oggi si sono resi protagonisti di diversi episodi poco edificanti. Quello più serio si è verificato durante il pomeriggio, quando nei pressi di un bar è scoppiata una rissa, innescata (secondo il racconto del titolare del locale) dalle provocazioni arrivate da alcuni albanesi nei confronti dei supporters del Feyenoord.

SCONTRI IN CITTA' - Questi - visibilmente ubriachi secondo il resoconto dei presenti - non avrebbero apprezzato i cori di sostegno in favore alla Roma arrivati dagli avventori del bar e a quel punto è scoppiata una rissa furibonda tra pugni, calci e persino sediate, delle quali ha fatto le spese un uomo di 45 anni, ferito seriamente alla testa e trasportato immediatamente in ospedale. A quel punto si è reso necessario l'intervento delle forze dell'ordine, che ha fermato e portato in commissariato 9 tifosi olandesi. In serata, la situazione si è ulteriormente complicata con violenti scontri nel centro città tra gli hooligans olandesi, gli ultras della Roma e le forze di polizia, tra i quali si contano alcuni feriti. Meno di 24 ore al calcio di inizio di Roma-Feyenoord ma il clima a Tirana è già incandescente.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli