Roma, Fiorentina e Sassuolo su Gnonto, il gioiello di Mancini che studiava Messi

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Alla voce 'impatto giusto in Nazionale' probabilmente c'è già la foto di Wilfried Gnonto. Al minuto 65 di Italia-Germania debutta con la maglia azzurra, al 70' serve l'assist per il gol di Pellegrini. Tutti pazzi per Willie, l'Italia scopre un nuovo talento - classe 2003 - e allo Zurigo già si sfregano le mani. Da quelle parti sono consapevoli di aver fatto l'operazione giusta quando due anni fa l'hanno preso dall'Inter dove aveva giocato dai 9 anni fino alla Primavera, in Svizzera si è messo in vetrina e quest'anno ha totalizzato 10 gol giocando quasi sempre da titolare. Il Guardian l'ha inserito tra i migliori sessanta giocatori nati nel 2003, in molti lo paragonano a Sterling e Ribery ma lui è cresciuto studiando i movimenti di Leo Messi.

CHI LO VUOLE - Già prima dell'esordio con l'Italia la Roma si era informata su Gnonto sondando il terreno con il suo agente, ora anche Sassuolo e Fiorentina hanno acceso i riflettori sul gioiello classe 2003 che potrebbe presto tornare in Italia. Occhio però anche alle piste estere, perché l'attaccante piace molto anche ad alcuni club olandesi e spagnoli. Lo Zurigo aspetta proposte concrete e lui si gode il momento in Nazionale. Gnonto è il nuovo gioiello di Mancini, in Serie A sono pronti per riportarlo in Italia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli