Roma, Fonseca: "Contro il CSKA Smalling e Borja Mayoral dal primo minuto"

Omar Abo Arab
·4 minuto per la lettura

Paulo Fonseca, allenatore della Roma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro i bulgari del CSKA Sofia valida per la 2ª giornata della fase a gironi di Europa League. Queste le parole del tecnico riportate da vocegiallorossa.it.

Domani può giocare Borja Mayoral dal primo minuto?
"Sì, domani giocherà".

Sta valutando soluzioni per migliorare la difesa?
"Come sapete, Smalling è un giocatore importante per noi, ma non ha una relazione diretta con la prestazione difensiva della squadra. Non possiamo parlare solo dei difensori, penso sia giusto dire che questi tre ragazzi che hanno giocato sono stati sempre bene. Per me non è giusto fare questa relazione con Smalling. Smalling è un grande difensore, ma i tre hanno giocato sempre bene".

DeFodi Images/Getty Images
DeFodi Images/Getty Images

A che punto è l'inserimento di Borja Mayoral? A Berna è sembrato isolato, lo considera adatto al suo gioco o lo utilizzerà in altre posizioni dell'attacco?
"Borja Mayoral è un attaccante e giocherà come punta. È un giovane, ha bisogno di adattarsi, aveva giocato sempre in una realtà diversa. Devo dire che ha lavorato molto a Berna, è stata una partita difficile, sul sintetico. Ho fiducia in lui, va capito che è un giovane che ha bisogno di tempo".

In una situazione con tanti casi di positività e tamponi a raffica, il calcio non dovrebbe riflettere almeno su una riduzione delle partite?
"È una situazione complicata, penso che tutte le squadre siano molto rigorose in questo momento. Ho fiducia nelle autorità per prendere le migliori decisioni per il calcio. Voglio credere che non cambierà nulla, per un campionato più giusto penso sia importante rimanere così. Ho fiducia totale nelle autorità che devono prendere queste decisioni. È sicuro che prenderanno le migliori decisioni per il calcio".

MB Media/Getty Images
MB Media/Getty Images

Smalling partirà titolare o rigiocheranno Fazio e Jesus?
"Smalling partirà titolare".

Milan e Roma hanno staccato tutte nelle ultime partite. La critica è ingenerosa nei suoi confronti rispetto a quanto fa con Pioli?
"La risposta è nella domanda, per me. Ma io sono concentrato nel lavoro".

DeFodi Images/Getty Images
DeFodi Images/Getty Images

La Roma subisce molto sui calci d'angolo, è un problema di attenzione dei singoli o del dispositivo di marcatura?
"Il Milan è una squadra fortissima sulle palle ferme, ma non abbiamo fatto bene come nella normalità. Abbiamo lasciato 2-3 situazioni. Non è una questione di struttura, ma è una questione che possiamo fare meglio e questa squadra ha dimostrato di essere sicura o quasi sempre sicura sulle palle ferme e sui calci d'angolo. Non sono preoccupato".

Contro il Milan la Roma ha nuovamente rimontato. Cosa si può fare per migliorare gli approcci alla gara?
"Per me quello che è importante è vedere una squadra che sta bene, ha fiducia e ha fatto una bella partita. Quello che dobbiamo migliorare è principalmente non prendere gol contro questo tipo di squadre, contro cui è difficile rimontare. Non siamo entrati bene in partita, abbiamo preso gol subito e anche all'inizio del secondo tempo ne abbiamo preso un altro. Non può succedere, dobbiiamo essere più attenti. La squadra ha dimostrato grande carattere e fiducia, penso abbia fatto una buona partita".

Anche contro il Milan la Roma ha subìto il gol in una situazione in cui si guardava il pallone e non il taglio dell'uomo. Quanto è difficile correggere questi errori?
"Difensivamente è uno degli aspetti su cui lavoriamo di più, il controllo della profondità è stata una situazione in cui il pallone non era sotto pressione, dobbiamo controllare meglio la profondità. Ci lavoro tanto e continuerò a lavorarci, è un momento importante per noi. Durante la partita, il Milan non ha giocato come fa normalmente, non abbiamo lasciato giocare dentro il Milan, hanno giocato quasi sempre in profondità, levando 1-2 momenti abbiamo controllato bene la profondità, tenendo la squadra compatta e corta, ma ci sono stati 1-2 momenti in cui non lo abbiamo fatto bene".

La Roma affronta una squadra in difficoltà, qual è la maggiore insidia nel match contro il CSKA?
"Per me è importante avere il giusto atteggiamento per questa partita. Primo perché è vero che questa squadra non è stata continua nelle ultime partite, ma non possiamo dimenticare che ha vinto a Basilea. Abbiamo visto una squadra forte fisicamente, che vuole la palla, profonda, che ha un giocatore forte nell'uno contro uno. Non so quello che succederà, hanno cambiato l'allenatore questa settimana. Quello che ho visto è una squadra che ha molti punti positivi, dobbiamo avere concentrazione e il giusto atteggiamento per non dare loro fiducia".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.