Roma a Manchester, Fonseca: 'Il mio futuro non conta, vinciamo per città e tifosi. Smalling...' VIDEO

Francesco Balzani
·3 minuto per la lettura

A 24 ore dalla semifinale d'andata di Europa League col Manchester United, il tecnico della Roma Paulo Fonseca ha parlato in conferenza stampa. Ecco le parole del tecnico.

Quanto è importante questo appuntamento? “Sì è una partita importantissima. Non capita tutti i giorni di arrivare in semifinale, capiamo l’importanza e oggi abbiamo visto i nostri tifosi a Trigoria. E’ importante sentire il loro sostegno: vogliamo lottare per i tifosi, la città e il club. E’ un momento importante per noi”.

Ha parlato con Mkhitaryan e Smalling, gli ex di questa partita? “Questa partita è contro una grande squadra, la favorita per vincere la competizione. Penso che abbiamo preparato bene la partita, ho parlato con Chris e Mikhi che hanno giocato qui e hanno questa esperienza in questi momenti della competizione. Tutti noi sappiamo che sarà difficile, rispettiamo il Manchester ma abbiamo le nostre ambizioni”.

La difesa è pronta per sfidare il Manchester? “Sappiamo che lo United ha un attacco forte, ma abbiamo preparato bene la partita. Avere Smalling è importante, ci manca Mancini, ma chi lo sostituirà mi dà fiducia. Possiamo fare una buona gara, la questione difensiva non riguarda solo i difensori, ma tutta la squadra”.

Nella preparazione di una partita così, non c’è bisogno di farlo dal punto di vista mentale. Quanto può essere utile anche quello che è successo oggi a Trigoria? “Sì. Penso che è molto importante sentire il sostegno dei tifosi, è una motivazione in più. In questo momento tutti capiamo l’importanza di questa partita, siamo tutti motivati, ma aver la motivazione dei nostri tifosi aiuta la squadra e i giocatori”.

Poi ai microfoni di Sky:

Sulla partita. "Domani sera sarà una delle gare più importanti, non abbiamo molte occasioni di giocare in semifinale di Europa League, è importante per la Roma e anche per me".

Cosa serve domani? "È difficile dare una ricetta, ovviamente serve la partita perfetta, loro sono i principali candidati alla vittoria finale ma noi arriviamo qui con l'ambizione di fare una buona partita, capendo che non possiamo sbagliare. Dobbiamo fare una partita concentrata e perfetta".

Quanto è difficile concentrarsi totalmente alla partita? "Con equilibrio, l'importante non è il futuro di Fonseca ma la partita contro la Roma".

Chi crea più problemi dello United? "Loro sono una squadra forte, abbiamo però la motivazione di giocare una semifinale. È stato importante recuperare giocatori come Smalling, Mkhitaryan e Veretout. Loro hanno un attacco molto forte e veloce, Rashford è molto veloce e pericoloso, dobbiamo fare molta attenzione a loro".

Solskjaer ha dato uno stimolo in più con le sue parole? "Non sono importanti le sue parole, magari ha parlato dopo il sorteggio oppure non ha visto molte partite della Roma".

Volete la semifinale. "Abbiamo grande rispetto ma abbiamo ambizione. Dobbiamo sognare e lottare, questo momento è troppo importante per noi, per la città, per i tifosi e per l'Italia. Vogliamo lottare per tutti".

Sulla stagione. "Non andiamo molto bene in campionato, ma è stato difficile gestire tante partite. Questo è un momento importante per noi, che vogliamo giocare e affrontare con ambizione".