Roma, la porta per Dybala è di nuovo aperta. La situazione

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La porta per Paulo Dybala è aperta, anzi spalancata. Ora sta alla Roma fare il passo in avanti e chiudere quello che sarebbe il colpo d’attacco in grado di far dimenticare la probabile cessione di Zaniolo. L’argentino, infatti, è ancora senza squadra dopo i corteggiamenti (fin qui) vani dell’Inter e i tentennamenti dei club esteri. La Roma, tramite un intermediario, era stata la prima a interessarsi al giocatore quando era ancora della Juventus. Pure Totti si era speso per portarlo nella capitale. All’epoca però Dybala voleva la Champions ( e quindi l’Inter) e le altissime commissioni chieste dai suoi agenti avevano fatto naufragare ogni tipo di discorso. Dopo un mese e mezzo, però, il panorama è cambiato.

TUTTO E' CAMBIATO - Ora per la Joya la concorrenza è bassa, se si esclude un possibile ritorno del Napoli mentre il Milan è orientato su altri obiettivi (De Ketelaere e Zyech) e tornerebbe in gioco solo in caso in cui dovessero naufragare. Bisogna fare in fretta quindi. Anche le pretese economiche di Dybala si sono abbassate. Basterebbe, si fa per dire, uno stipendio da circa 6 milioni a stagione. Uno sforzo che la Roma può permettersi soprattutto in caso di cessione di Zaniolo. C’è chi parla di un nuovo contatto tra Pinto e l’entourage di Dybala, ma per ora non ci sono trattative in corso. Tutto può cambiare, però, in queste ore. Mourinho infatti ha chiesto fortemente l’argentino da affiancare ad Abraham per una coppia da doppia cifra. Ieri Pinto era a Torino, ufficialmente per cedere Veretout e Kluivert. Ma nulla è da escludere. Dybala sarebbe felice di poter lavorare con Mou e sa che a Roma l’aspetterebbe un’accoglienza da Re come non era nemmeno nei primi anni juventini. Certo, manca la Champions. Ma quella si può conquistare sul campo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli