Roma-Lazio è l'ultimo Derby: da Totti a De Vrij, tanti gli addii

La Roma è in attesa della decisione di Totti se entrare nella dirigenza del club, come spalla di Monchi, o se propendere per una strada diversa.

Sarà un Derby sicuramente particolare quello previsto per domenica all'ora di pranzo quando, nelle file di Roma e Lazio, in molti potrebbero giocare l'ultima stracittadina della Capitale.

A partire ovviamente da Francesco Totti, il cui contratto in scadenza il prossimo giugno non è ancora stato rinnovato così come quello dell'amico e compagno De Rossi.

Ma se il centrocampista, 34 anni a luglio, può ancora sperare di prolungare la sua avventura in giallorosso diverso pare il discorso per lo storico capitano che alla soglia dei 41 anni, e dopo una stagione trascorsa tra panchina e infermeria, sta seriamente pensando di appendere gli scarpini al chiodo.

L'addio di Totti peraltro, come detto, potrebbe non essere l'unico di questo Derby in casa Roma se si pensa come il calciomercato estivo rischi di allontanare dalla Capitale pure Szczesny (nel mirino del Napoli) e Manolas, sacrificio necessario sull'altare del Fair Play Finanziario e da tempo accostato all'Inter.

Inter che in alternativa proverà a strappare alla Lazio quel De Vrij il cui contratto in scadenza nel 2018 e non rinnovato fa capire come l'addio al termine di questa stagione sia praticamente inevitabile.

Lotito invece, per il momento, non pare intenzionato a lasciare partire con altrettanta facilità Keita che però almeno dall'inizio guarderà il Derby solo dalla panchina e viene tentato ormai da settimane dalle tante sirene di mercato. L'estate capitolina, insomma, si preannuncia più calda del solito.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità