Roma-Olympique Lione 2-1: Il goal di Diakhaby è un peccato capitale

Alla Roma non basta il 2-1 in rimonta per compiere la grande impresa ed accedere ai quarti di finale di Europa League. Prosegue il cammino del Lione.

La Roma non ce la fa a compiere l’impresa. Il Lione segna subito e il gol pesa come un macigno. I giallorossi sono poco lucidi davanti la porta e sbagliano tanto. Vincono 2-1, ma serve a poco. Proiettati tutti in avanti, nel finale vengono salvati tre volte da Allison, ma escono comunque dall’Europa League.

Spalletti conferma il suo 3-4-2-1. Decide per Mario Rui laterale di centrocampo a sinistra. In avanti niente riposo per Dzeko supportato da Salah e Nainggolan.
Genesio non ha paura di rischiare e schiera il solito 4-2-3-1 con Lacazette punta di riferimento e il trio alle sue spalle formato da Valbuena, Tolisso, Cornet.

La Roma parte forte. Su corner traversa di Rudiger al 6’ e successivamente paratona di Lopes su Salah. Al 16’ arriva il vantaggio del Lione con il goal di Diakhaby, fotocopia di quello realizzato all’andata. Strootman al 18’ pareggia i conti. I giallorossi attaccano e sprecano nell’ultimo passaggio. L’olandese per ben due volte si fa ipnotizzare dal portiere avversario che al 42’ gli nega il raddoppio. Nel recupero Salah trova Dzeko che si gira e tira ma la conclusione è debole di destro. Lopes para a terra.

I padroni di casa hanno subito un’occasionissima a inizio ripresa, Nainggolan di testa la mette sul primo palo, Lopes compie una parata prodigiosa. Il Lione gioca soprattutto di rimessa, Valbuena al 54’ spedisce alto. El Shaarawy entra per Peres al 59’ ed è lui che propizia il 2-1 poco dopo con l’autogol di Tousart. Il Faraone vicino al gol al 63’, la palla esce di poco. Le emozioni si sprecano. Cornet spaventa l’Olimpico, ma davanti ad Allison al 67’ spara alle stelle. La Roma è aggressiva e corta, ma frenetica. Perotti subentra a Mario Rui,  applausi per l’ex Yanga-Mbiwa entrato per Mammana tra i francesi. Bella parata di Allison sul tiro a giro di Tolisso al 77’. Fekir all’84’ entra per Lacazette, Totti per De Rossi. Gli animi sono caldissimi, la Roma prende molti rischi per cercare il gol e Allison compie un miracolo su Cornet proiettato in porta. Rafel entra nel recupero per Valbuena. All’ultimo respiro, dopo tanti sbagli sotto porta i giallorossi ci provano ancora ma non c’è nulla da fare. Finisce 2-1.

I GOAL

16' DIAKHABY 0-1 - Valbuena batte una punizione perfetta per la testa di Diakhaby, il difensore sbuca tra Fazio e Manolas e insacca alle spalle di Alisson.

18' STROOTMAN 1-1 – Punizione calciata da De Rossi, Strootman spalle alla porta mette dentro con un grande gesto tecnico, tirando di tacco di sinistro.

60' AUT. TOUSART 2-1 - El Shaarawy mette un cross basso in mezzo all’area sul quale il rinvio di Jallet centra in pieno Tousart che la mette nella sua porta.

I MIGLIORI

ROMA: EL SHAARAWY

Il suo ingresso in campo manda in tilt la difesa francese. Con lui in campo arriva subito l’autogol del Lione. Sbaglia di poco iol gol che avrebbe regalato la qualificazione.

LIONE: LOPES

Compie almeno tre parate importantissime e abbassa la saracinesca, limitando i danni. Se i francesi si qualificano, gran merito è il suo.

I PEGGIORI

ROMA: BRUNO PERES

Sulla fascia sbaglia l’inimmaginabile, toppando la gran parte dei cross e compiendo sempre scelte sbagliate. Di occasioni per mettersi in mostra ne avrebbe, peccato.

LIONE: LACAZETTE

E’ fortissimo, ma non è la sua serata, ben arginato dai giallorossi, si vede davvero poco in avanti.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità