Roma: per Dybala speranza Torino, ma la priorità resta il Mondiale

Poche speranze, ma buone. Paulo Dybala spera. Non nel derby sia chiaro, ma nel Mondiale in Qatar che vedrà la sua Argentina tra le favorite alla vittoria finale. Spera di essere convocato e di potersi giocare le sue carte magari dopo le prime due gare. Per farlo sta accelerando i tempi tanto da chiedere alla Roma la possibilità di essere convocato e di giocare qualche minuto nell’ultima sfida di campionato contro il Torino. La risposta del club passerà per l’ultima risonanza magnetica a cui sarà sottoposto proprio alla vigilia del derby per capire se la lesione al retto femorale si è rimarginata completamente oppure no. Una partita che Dybala guarderà con invidia dalla tribuna.

TERAPIE - Nel frattempo proseguirà con il recupero tra sedute individuali in campo e le terapie coi fattori di crescita, le stesse utilizzate da campioni come Nadal e Tiger Woods. La Joya manca dal campo dal 10 ottobre, giorno in cui calciando il rigore decisivo contro il Lecce ha rimediato uno di quegli infortuni rognosi soprattutto per uno come lui che non è nuovo a noie muscolari. Un'assenza grave per Mourinho. I tempi di recupero oscillavano tra i 30 e i 45 giorni. L’obiettivo è chiaro: il Mondiale. Le speranze come detto sembrano buone.