Roma, Spalletti non guarda troppo avanti: “Il futuro è adesso”

La Roma ha annunciato la fine del rapporto con il tecnico Luciano Spalletti: "Lo ringraziamo per il lavoro svolto". Panchina a Di Francesco?

La Roma è chiamata ad un finale di stagione da protagonista in Serie A: la rincorsa alla Juventus è ancora un obiettivo, Luciano Spalletti non pensa al proprio futuro e resta concentrato sui risultati giallorossi.

Intervistato dal 'Match Program' giallorosso, Spalletti commenta le 400 panchine in Serie A che raggiungerà contro l'Atalanta: "Mi fa piacere che queste 400 panchine in A siano state consumate spesso con le stesse squadre. Il futuro è quello che andiamo a giocarci adesso. Sono i risultati della Roma a determinare il futuro della squadra".

Il discorso Scudetto non è ancora abbandonato: "Rimarremo attaccati lì, partita dopo partita. La classifica finale di questo campionato è la cosa più importante per il domani. Giochiamoci il futuro".


Spalletti ripercorre alcune fasi importanti della sua carriera: "Ricordo diverse partite tra queste 400, e non solo in Serie A. Ho fatto la Serie B, la Serie C. Mi piace menzionare pure Udinese-Milan che ci permise di andare in Champions per la prima volta. Sicuramente il derby del 2006 delle 11 vittorie consecutive con la Roma. La finale in Coppa Italia contro l'Inter vinta 6-2 nel 2007. Le gare di Champions League che rispolvero volentieri. E chissà se potrò viverne altre".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità