Roma, tappa milanese per Pinto: da Frattesi a Zaniolo e Veretout, il punto

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La Roma ha ufficializzato Matic e a breve arriverà la fumata bianca per Celik, ma il lavoro di Tiago Pinto è appena all’inizio. Il general manager portoghese domani farà tappa a Milano. La prima missione è chiudere col Sassuolo il discorso Frattesi. Il centrocampista aspetta solo una chiamata per correre a firmare il contratto con la Roma. Ci sono da limare le distanze col club neroverde. Pinto aumenterà di poco l’offerta, si potrebbe chiudere per una valutazione di 20 milioni comprensiva di due giovani (in pole Felix e Tripi) e dello sconto del 30% dovuto dalla vecchia clausola. Le sensazioni sono più che positive. Ma in ballo ci sono anche le cessioni.

LE CESSIONI - Un nome dal quale la Roma spera di ricavare una bella plusvalenza è Roger Ibanez. Pinto incontrerà gli agenti del difensore che dopo l’ottima Conference ha ricevuto qualche richiesta dalla Premier. La Roma lo valuta non meno di 28 milioni, e avrebbe pensato di offrirlo come contropartita anche in affari con la Liga. Ad esempio con l’Atletico per De Paul o con il Valencia (meta poco gradita) per Gonçalo Guedes che Mendes spinge verso la capitale. Una sua eventuale partenza riaprirebbe la pista Senesi. Novità milanesi anche sul fronte Veretout. Il francese è tornato nel mirino del Milan dopo lo stallo per Renato Sanches. Occhio pure ad incontri con Vigorelli per Zaniolo. La Roma continua a valutare Nicolò 60 milioni, non un euro di meno. Si riapre quindi uno spiraglio per il rinnovo, ma alle condizioni della Roma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli