Roma, via libera al progetto della funivia

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Un rendering del progetto
Un rendering del progetto

Sorvolare il traffico di Roma. L'arduo progetto di funivia che il Campidoglio guidato da Virginia Raggi intende realizzare nella zona nord della città va avanti. Ora la giunta ha dato il via libera progetto di fattibilità tecnico-economica. L'idea prevede quattro chilometri e sette stazioni che portano da Casalotti a Battistini.

I lavori

A quanto filtra all'agenza Ansa, l'ipotesi è di aprire i cantieri entro la fine del 2022. Inizialmente il piano era di iniziare i lavori entro il 2021, ma i passaggi burocratici non sono ancora finiti. Dopo l'ok in giunta, il prossimo step è una riunione tra tecnici di Comune e Mit nei prossimi giorni. Successivamente, per la progettazione definitiva (finanziata dallo Stato), la gara di aggiudicazione e la progettazione finale delle parti tecnologiche (in carico all'appaltatore) gli addetti ai lavori stimano ancora 18 mesi.

Tra polemiche e ironie

L'opera ha sempre destato ironie e polemiche in città e non smette di farlo. "Nel 2017 la sindaca Raggi annunciava che la funivia Casalotti-Battistini sarebbe stata pronta per il 2021. Oggi, dopo quattro anni, ci dice che è stato approvato il progetto di fattibilità. Basta prese in giro", tuonano da Fratelli d'Italia. Mentre il candidato a sindaco Tobia Zevi bolla "l'annuncio di un semplice progetto di fattibilità" come mera "propaganda, dopo quattro anni e mezzo di governo della città".

VIDEO - Spettacolare record a 3mila metri

Il commento di Virginia Raggi

Ma il Campidoglio a 5 stelle tira dritto "Facciamo un altro passo avanti per realizzare un'opera importante per la città - commenta la sindaca Virginia Raggi - E' un sistema di trasporto utile e moderno già sperimentato in tante altre metropoli. Sarà una piccola rivoluzione per la mobilità di tutta la zona".

GUARDA ANCHE: Virginia Raggi e lo stadio della Roma