Romagnoli in bilico tra Milan e addio: il difensore ha le idee chiare

·1 minuto per la lettura

Il Milan ha già avviato la programmazione in vista della prossima stagione, con l'intento di risolvere alcune situazioni intricate all'interno della rosa. Il primo tassello è stato sistemato: Gianluigi Donnarumma ha deciso di liberarsi a parametro zero ed è stato rimpiazzato da Mike Maignan, campione di Francia con il Lille. Oltre al portiere, sempre più vicino al Barcellona, anche Hakan Calhanoglu e Alessio Romagnoli potrebbero lasciare i colori rossoneri in estate.

Il turco per via di un accordo sul rinnovo che ancora non è stato trovato, mentre il difensore italiano a causa dei rapporti tesi con l'agente Mino Raiola. In più, il contratto in scadenza a giugno 2022 costringe il Milan alla cessione del capitano, al fine di ricavare un consistente tesoretto da reinvestire sul mercato in entrata.

Mino Raiola | Stefano Guidi/Getty Images
Mino Raiola | Stefano Guidi/Getty Images

Come riportato da Tuttosport, l'addio di Romagnoli non è così scontato. Innanzitutto serviranno almeno 20 milioni di euro per venderlo (cifra che finora ha frenato le pretendenti), e poi bisogna tenere in considerazione la volontà dello stesso calciatore, che ha comunicato alla dirigenza del Milan di voler restare in rossonero e prolungare il suo contratto almeno di un anno. L'esca è stata lanciata, ora sta al Milan abboccare oppure rigettare la richiesta di Romagnoli.

Segui 90min su Instagram

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli