Ronaldinho e il fratello Roberto De Assis arrestati in Paraguay: il motivo

Stefano Bertocchi
90min

Problemi fuori dal campo per Ronaldinho. L'ex stella brasiliana è stato infatti protagonista di una disavventura in  Paraguay: come riferito dal Ministro dell'Interno del Paese, l'ex fantasista di Psg, Barcellona e Milan è stato bloccato dalla polizia al Resort Yacht & Golf Club Paraguayo di Asuncion assieme al fratello Roberto De Assis (che prima indossava anche le vesti di agente della leggenda blaugrana) con l'accusa di avere un passaporto falso. 


Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio


Il brasiliano si trova in Paraguay per presentare un programma di assistenza sanitaria gratuita per bambini (evento benefico in cui avrebbe dovuto fare da testimonial),  ma quando è arrivato in albergo gli è stato contestato il possesso di documenti falsi.


Al momento Ronaldinho si trova in stato di fermo. "Ronaldinho ha un passaporto falso. Questo è un crimine ed è per questo che è stato ordinato il suo arresto - ha detto il ministro degli interni del Paraguay Euclides Acevedo alla stazione radio locale AM 1080 -. Rispetto la sua popolarità sportiva, ma la legge deve essere rispettata, indipendentemente da chi sei". Maggiori informazioni a riguardo saranno date in una successiva conferenza stampa. 

Segui 90min su Facebook , Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A ! ​

Potrebbe interessarti anche...