Rooney annuncia il ritiro per potersi concentrare sulla carriera da allenatore: i super numeri dell'ex Wonder Boy

Niccolò Mariotto
·1 minuto per la lettura

Wayne Rooney dice basta ed appende le scarpette al chiodo. L'attaccante inglese ha infatti deciso di ritirarsi dall'attività agonistica dopo vent'anni d'onorata carriera per potersi concentrare al 100% sulla sua nuova vita da allenatore.

Wayne Rooney | Matthew Ashton - AMA/Getty Images
Wayne Rooney | Matthew Ashton - AMA/Getty Images

Miglior marcatore della storia della nazionale inglese con 53 centri in 120 partite, Rooney inizia la sua carriera all'Everton dove compie l'intera trafila dal settore giovanile fino all'esordio in prima squadra a appena 16 anni nella stagione 2002/2003. Nell'estate del 2004 passa al Manchester United per circa 40 milioni di euro e vi resta per 13 stagioni conquistando cinque Premier League, una FA Cup, quattro Coppe di Lega inglese, sei Community Shield, una Champions, un'Europa League ed un Mondiale per club.

Terminata l'esperienza ai Red Devils torna per una stagione all'Everton prima di volare in America per giocare in MLS tra le fila del DC United: l'avventura negli USA dura un paio d'anni con Rooney che nel gennaio del 2020 fa ritorno in patria per ricoprire il ruolo di giocatore-allenatore del Derby County in Championship. Ieri infine l'annuncio del ritiro per potersi come detto concentrare al 100% sul ruolo di allenatore. Tra club e nazionale l'attaccante classe 1985 ha giocato in tutto 884 partite segnando 366 reti. Chapeau.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo e della Serie A.