Rossi: "Dicono che sia matto, voglio provarci"

Adx

Roma, 21 set. (askanews) - E' il giorno di Valentino Rossi. Occhi e domande tutte per lui alla vigilia dell'appuntamento del motomondiale. A soli 21 giorni dopo la frattura di tibia e perone alla gamba destra disputerà le libere di Aragon. "Sono felice di provarci, devo capire che sensazione avrò con una MotoGP, in generale sto bene e non sento troppo male, ogni giorno va meglio, ho fatto dei giri a Misano e il feeling era di un po' di dolore ma riesco a guidare" le parole del dottore. "Domani capirò se è possibile guidare la moto a buon livello. Questa gara, poi, servirà per migliorare in ottica delle prossime. Vediamo cosa accadrà alla gamba. Dicono sia matto? Penso che ogni volta sia diverso, dipende dal tipo di frattura. Sono stato fortunato perché ho avuto un ottimo dottore che mi ha operato. Pensavo più al ritorno a Motegi, ma ho lavorato forte per avere un buon livello di energia e penso conti tornare in sella il prima possibile perché così dopo avrò bisogno di meno tempo per tornare a un buon livello". Quanto al dolore Rossi spiega: "Sento male nei cambi di direzione e nelle curve a destra. Ma ogni giorno progredisco e spero di migliorare anche questo fine settimana. Non lo faccio per il campionato ma perché voglio tornare in buona forma prima possibile".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità