Rottura tra Ronaldo e il Manchester United: il portoghese pranza da solo e Ten Hag apre alla cessione

Le due sconfitte su due, con in particolare l'ultima partita, in cui il Manchester United è crollato 4-0 contro il Brentford, non sono l'unico problema di questo inizio di stagione a dir poco difficile. A rendere il tutto ancora più complicato c'è la situazione che riguarda Cristiano Ronaldo. Il portoghese ha espresso da ormai tempo la volontà di lasciare i Red Devils con l'obiettivo di giocare la Champions League e il clima all'interno del gruppo squadra non è dei più sereni, anzi.

RONALDO SOLITARIO - L'indiscrezione che arriva dall'Inghilterra e in particolare da The Athletic secondo cui CR7 pranza da solo nel centro sportivo di Carrington e non con il resto dei compagni, testimonia una mancanza di unità che non può non avere conseguenze anche sul campo. Inoltre, l'atteggiamento del portoghese, insofferente in allenamento e contrario all'idea dell'allenatore, Erik ten Hag, di giocare con un approccio basato sul pressing alto, rendono la situazione ancora più complicata.

TEN HAG APRE ALLA CESSIONE - La volontà dell'ex Juve di lasciare per la seconda volta Manchester si è scontrata con l'idea del club di non voler regalare il giocatore e soprattutto con la mancanza di grandi club disposti ad accogliere Cristiano. Il suo procuratore, Jorge Mendes ha fatto il giro d'Europa per trovare una soluzione che permettesse a Ronaldo di partecipare ancora alla Champions League, con risultati fino ad ora deludenti. La novità riguarda l'apertura di Ten Hag, disposto a lasciar partire CR7 ma solo se la dirigenza mettesse a disposizione del tecnico un altro attaccante, reparto al momento ancora incompleto.