Roy Keane con la maglia della Juventus? Lippi: "Fu molto vicino"

Goal.com
Marcello Lippi ricorda l’approdo sfiorato in Premier League: “Fui vicino al Tottenham, ma non volli lasciare la Juventus”.
Marcello Lippi ricorda l’approdo sfiorato in Premier League: “Fui vicino al Tottenham, ma non volli lasciare la Juventus”.

Quella di Marcello Lippi è una carriera da allenatore che si è sviluppata tra Italia e Cina, nel suo passato però c’è stata anche la possibilità di approdare in Inghilterra e di sedersi sulla panchina di uno dei club più importanti della Premier League: il Tottenham.

A svelarlo è stato lo stesso ex allenatore della Juventus in un’intervista rilasciata al Daily Mail.

“Si, sono stato molto vicino al Tottenham quando allenavo la Juve. Sono stati molto gentili con me contattando mio figlio Davide, ma all’epoca non avevo voglia di lasciare Torino e la Juventus. La Juve è stata per me quello che il Manchester United è stato per Ferguson: un club unico che ho adorato”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

A frenare Lippi non solo il suo legame con la Juventus.

“Non parlavo bene inglese e questo è stato uno dei motivi che mi ha portato a rifiutare. Qualcuno mi ha detto che anche Ferguson non parlava benissimo inglese perché era scozzese!”.

Il commissario tecnico della Cina, campione del mondo con l’Italia nel 2006, ha anche raccontato come un giocatore del mitico United di Ferguson è stato vicino alla Juve.

“Adoravo Keane. E’ stato molto vicino alla Juve, ma la trattativa poi è fallita. Amavo molto anche Scholes, uno che avrebbe giocato sempre”.

Potrebbe interessarti anche...