Rugby: "danni cerebrali", ex giocatori pronti ad azione legale

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
Bobbie Goulding in un'immagine del 2004 (Mandatory Credit: Action Images/ Darren Walsh)
Bobbie Goulding in un'immagine del 2004 (Mandatory Credit: Action Images/ Darren Walsh)

Un gruppo di dieci ex giocatori di Rugby League inglese, ai quali sono stati diagnosticati danni cerebrali permanenti, ha annunciato l'intenzione di denunciare le massime autorità della palla ovale per negligenza.

Tra gli ex rugbisti decisi a citare in giudizio la Rugby Football League c'è anche l'ex apertura britannica Bobbie Goulding, 49 anni, che di recente ha rivelato di soffrire di una forma di demenza al primo stadio.

VIDEO - Senza limiti: la star del rugby

"E' durissima per me aver scoperto all'improvviso questa malattia, mi ha colto assolutamente di sorpresa - il racconto di Goulding -. Non avevo mai pensato alla demenza prima d'ora. Non ho mai avuto paura di nulla nella mia vita, ma ora sono spaventato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli