Rugby Giappone: giocatore trovato con cocaina, tutta la squadra a rischio campionato

·1 minuto per la lettura
 (Photo by Toru Hanai/Getty Images)
(Photo by Toru Hanai/Getty Images)

Il mondo del rugby giapponese sta tremando dopo che un caso di droga potrebbe portare al ritiro dal campionato di un’intera squadra.

A mettere nei guai i compagni e l’allenatore dei Green Rockets Tokatsu, Michael Cheika, è stato Blake Ferguson, ex giocatore di NRL, campionato di rugby dell’Australia e della Nuova Zelanda, ora passato in Giappone.

Il campione, infatti, è stato arrestato dopo che la polizia lo ha trovato in possesso di cocaina.

Il 31enne australiano era passato ai Green Rockets lo scorso settembre, prima di lasciare la NRL. Ma la sua esperienza nel Sol Levante è durata poco: il giocatore è stato subito licenziato, ma secondo fonti nipponiche si valuta addirittura l’esclusione della squadra a causa della vergogna e dell’imbarazzo che questa situazione ha creato.

Essere trovati in possesso di sostanze stupefacenti è un fatto grave in Giappone e a pagarne le conseguenze potrebbe non essere solo Ferguson, ma anche tutti i compagni che rischiano di non finire il campionato e l’allenatore Michael Cheika che potrebbe perdere il posto di lavoro per non aver evitato che si verificasse un simile incidente nel suo team.

GUARDA ANCHE: Tutte le differenze tra football americano e rugby

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli