Rugby - I Pumas graffiano il Galles; Inghilterra no problem

Non solo Italia nel sabato del rugby internazionale: successo esterno del Sudafrica in Irlanda (16-12), così come l'Argentina che sorprende il Galles (26-12). Nessuna difficoltà per un'Inghilterra da record (sette mete) contro le Isole Fiji, Francia a valanga sulla giovane Australia (33-6)

Eurosport
Rugby - I Pumas graffiano il Galles; Inghilterra no problem
.

Visualizza foto

Wales' Leigh Halfpenny (C) is tackled by Argentina's Manuel Carizza

INGHILTERRA-ISOLE FIJI 54-12

L'Inghilterra parte male ma chiude con il botto la prima partita delle quattro che vedranno Twickenham al centro del mondo rugbistico: la squadra di Stuart Lancaster mette a segno anche un record, facendo registrare la bellezza di sette mete contro i malcapitati isolani. Gli inglesi, i più giovani (per scelta) da molti anni a questa parte e in formazione molto "futuristica", prendono subito il comando delle operazioni e all'intervallo guidano già la sfida per 25-0, grazie alle mete di Charlie Sharples e Ugo Monye e una tecnica. A queste nella ripresa si aggiungeranno quella del flanker Tom Johnson, una seconda di Sharples e due di Manu Tuikagi. Dominio completo, anche se gli ospiti riescono a marcare con Nikola Matawalu e Seko Kalou. Gli prossimi impegni saranno diversi per il XV della Rosa: nell'ordine, Australia, Sudafrica e Nuova Zelanda. Auguri!

GALLES-ARGENTINA 12-26

L'Argentina annichilisce il Millenium Stadium: di fronte a un Galles che veniva dal Grande Slam collezionato all'ultimo Sei Nazioni e un pubblico di 70.000 appassionati i Pumas spiegano al mondo perché Nuova Zelanda, Sudafrica e Australia hanno aperto loro le porte del Tri-Nations. 26-12 a Cardiff a un team, quello dei Dragoni, completamente dominato dal punto di vista territoriale e soprattutto arginati dal punto di vista offensivo. L'Argentina guida le danze già al termine del primo tempo, chiuso sul 9-6, e a far diventare irrecuperabile il match ci pensano le mete delle due ali, Juan Imhoff e Jose Camacho, a distanza di cinque minuti. Un uno-due che atterra i padroni di casa, insieme ai punti del tiratore Nicolas Sanchez, autore di due drop e di 13 punti totali. Troppo poco i quattro calci mandati a bersaglio da Leigh Halfpenny: il XV campione del Sei Nazioni è impantanato. Dopo le tre sberle inglesi di giugno, ecco un bel graffio corsaro dei Pumas.

IRLANDA-SUDAFRICA 12-16

Quinta sconfitta consecutiva per l'Irlanda, che fronteggiava un buon Sudafrica: non un brutto ko quello dei verdi, che non concedono moltissimo, anzi concedono pochissimo agli avversari, al solito molto solidi e avari di spettacolo. A Lansdowne Road la partita è super-tirata e lle squadre vanno a referto solamente quando arrivano gli errori e i falli da parte degli avversari. Tutti i calci di Sexton (ai minuti 6, 11, 21, 31) arrivano tutti nel primo, in cui l'Irlanda, più quadrata tra le due quadrate, chiude avanti per 12-3. Nella ripresa, di fatto, ci sono solo gli Springboks, almeno sul tabellino: l'unica meta del match, in mezzo ai pali, è di Pieenar. Lambie fa il resto trasformandola e aggiungendo altri tre calci (uno è del primo tempo). I 52.000 spettatori irlandesi se ne vanno con un'altra sconfitta, ma a testa alta.

FRANCIA-AUSTRALIA 33-6

"Mon Dieu", che bella Francia! I Bleus partono alla grande nel tour di novembre, battendo nettamente una dimessa Australia: 33-6 e i transalpini riassaporano una vittoria che mancava ormai dal 2005. Là dove Marc Lievremont aveva fallito per ben cinque volte, riesce Philippe Saint-André al suo primo tentativo: i Wallabies sono dominati, e per un punto la vittoria dei francesi non assume addirittura contorni storici (nel 1976 finì 34-6), cancellando almeno in parte l'umiliazione che ancora allo Stade de France si ricordano, datata 2010 (59-16). Louis Picamoles apre i giochi in un primo tempo portato a casa dai padroni di casa per 16-6. Nella ripresa sale in cattedra Michalak, che serve a Fofana la meta numero due (la numero tre arriverà di lì a poco grazie al fischio dell'arbitro: meta tecnica). Un'Australia irroconoscibile è tutta nel piede di Harris.

Visualizza commenti (1)
  • Lo Zenit contro Juve e Milan: 'Scorretti con Witsel. Potremmo rivolgerci alla UEFA'

    Lo Zenit contro Juve e Milan: 'Scorretti con Witsel. Potremmo rivolgerci alla UEFA'

    Maxim Mitrofanov, direttore generale dello Zenit San Pietroburgo, ha accusato a Championat.org Juventus e Milan per la vicenda Axel Witsel: "Non abbiamo ricevuto proposte concrete da parte delle squadre italiane, appena prima della chiusura del calciomercato il Milan ha provato a prendere Witsel, ma senza fare una proposta concreta. Soltanto negli ultimi due giorni di mercato hanno cominciato a trattare per il trasferimento. Ma la risposta è stata: 'Guardate l'orologio...'. Forse avevano già contattato l'agente. ... Altro »

    Sportitalia - 37 minuti fa
  • In 35.000 in Congo per gli Azzurri Stars

    In 35.000 in Congo per gli Azzurri Stars

    Iniziativa per l'inaugurazione del nuovo stadio di Brazzaville Altro »

    Askanews - 49 minuti fa
  • McLaren - Alonso verso Monza: 'La amo, ma sarà dura'

    McLaren - Alonso verso Monza: 'La amo, ma sarà dura'

    Fernando Alonso ha parlato del Gran Premio d'Italia. Una gara da sempre apprezzata dal pilota della McLaren: "Amo Monza, è un circuito unico e i tifosi sono molto caldi. L'atmosfera è fantastica. Per noi sarà molto difficile, ma lotteremo per ottenere il meglio. Ho vinto due volte in carriera a Monza, una con la McLaren nel 2007 e fu incredibile. Per questa gara dovremo gestire le nostre aspettative, dal momento che sappiamo che le caratteristiche della pista non si adattano alla nostra macchina. Sarà molto dura, ma spingeremo al massimo. ... Altro »

    Sportitalia - 1 ora 13 minuti fa
  • Milan - Ibra lancia bordate: 'Erano disperati'

    Milan - Ibra lancia bordate: 'Erano disperati'

    Nella conferenza stampa di presentazione alla sfida contro la Russia di sabato della Svezia, Zlatan Ibrahimovic ha parlato anche delle vicende di mercato che l'hanno visto protagonista. Lanciando freddure ai club che l'hanno cercato: "I media turchi parlavano di me al Fenerbahce o al Galatasaray? Come ho già detto in precedenza, dell’interesse degli altri club se ne occupa il mio agente Mino Raiola. Sicuramente mi fa piacere ma questa domanda dovreste farla a lui. Il Milan? Non lo so, io mi trovo bene a Parigi. ... Altro »

    Sportitalia - 1 ora 27 minuti fa
  • Domani Italia-Malta, Ghedin: "Spero in giornata storia Italia"

    Domani Italia-Malta, Ghedin: "Spero in giornata storia Italia"

    Il ct maltese: Tutti uniti ed Effiong a fare la differenza Altro »

    Askanews - 1 ora 27 minuti fa