Rugby, il ct Crowley: "Italia al Sei Nazioni con l'obiettivo di aumentare rispetto e credibilità"

·1 minuto per la lettura

"Quello che vogliamo è aumentare il rispetto e la credibilità all'interno del torneo ponendo le basi per la coppa del mondo 2023". E' l'obiettivo di crescita per l'Italrugby al prossimo Sei Nazioni indicato dal commissario tecnico azzurro, Kieran Crowley, durante la conferenza stampa in cui sono stati ufficializzati i convocati per il raduno di Verona e le prime due sfide, la trasferta di Parigi del 6 febbraio con la Francia e il match del 13 febbraio all'Olimpico contro l'Inghilterra.

"In vista del torneo ci saranno sessioni dedicate per migliorare nelle due aree dove siamo stati deficitari: la difesa, perché siamo la squadra che ha subito il maggior numero di mete, e lo stesso vale per la disciplina in campo e le penalità concesse agli avversari", aggiunge.

“Ripartiamo dalla vittoria contro l’Uruguay. Abbiamo davanti a noi cinque partite importanti in un torneo che rappresenta un momento della stagione che tutti gli addetti ai lavori e appassionati di rugby aspettano con grande interesse. Proseguiremo nel nostro percorso di rafforzamento dell’identità di squadra cercando di migliorare i meccanismi nel nostro gioco soprattutto nella prima parte del raduno di Verona che sarà fondamentale in preparazione dell’esordio al Sei Nazioni contro la Francia”, conclude il tecnico neozelandese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli