Rummenigge: "Agnelli non mi risponde al telefono. No alla Superlega. Inter? Si dice abbiano problemi"

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Karl-Heinz Rummenigge, presidente del Bayern Monaco ed ex giocatore dell'Inter, ha parlato al Corriere della Sera spiegando la posizione dei bavaresi nei confronti della Superlega. Il Bayern ha detto di no, non sarà tra i soci fondatori. Ecco le sue parole anche su Andrea Agnelli, ormai ex presidente dell'ECA, e sull'Inter.

Agnelli?

"Volevo parlare con Agnelli ma non sono riuscito a trovarlo al telefono. Non so le sue motivazioni e non voglio criticarlo senza saperle. Forse c'è una motivazione che non conosco".

Karl-Heinz Rummenigge | Pool/Getty Images
Karl-Heinz Rummenigge | Pool/Getty Images

Inter?

"Si dice che abbiano grandi problemi finanziari. L'incasso potenziale sembra enorme ma non so se alla lunga i problemi saranno risolti. Io non ci credo. Non si può incassare sempre di più per compensare le spese".

SuperLega?

"Non siamo dentro perché non vogliamo farne parte. Siamo contenti di giocare in Bundesliga, un business “pane e burro”, come dicono gli inglesi. Siamo contenti di fare la Champions e non dimentichiamo la responsabilità verso i nostri tifosi, che sono generalmente contro una riforma del genere. E sentiamo anche la responsabilità verso il calcio in generale”.

Segui 90min su Facebook per restare aggiornato sulle ultime news della SuperLega.