Ryder Cup 2023: l’Advisory Board si riunisce a Milano

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 ott. (askanews) - L'Advisory Board della Ryder Cup 2023, dopo lo stop forzato imposto dall'emergenza sanitaria, è tornato a riunirsi con un meeting tecnico andato in scena all'Hotel Principe di Savoia di Milano. Ospite d'onore il trofeo della Ryder Cup.

Il briefing, indetto dal Presidente della FIG Franco Chimenti, è servito per fare il punto della situazione sul grande appuntamento che, tra due anni, sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma), vedrà sfidarsi - per la prima volta in Italia - l'Europa e gli Stati Uniti nella più importante manifestazione di golf a livello mondiale.

Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2023, ha esposto attraverso una relazione tecnica dettagliata le iniziative già portate a termine e quelle in divenire. Il cronoprogramma verso l'evento che metterà la Città Eterna nel 2023 al centro del mondo sportivo ha finora rispettato tutti gli step previsti. Il percorso di gara, completamente rinnovato (e pronto con oltre due anni di anticipo), ha già ospitato il 78° Open d'Italia riscontrando gli apprezzamenti dei migliori giocatori dell'European Tour. Mentre tutti gli interventi infrastrutturali cominciano a prendere forma, con il progetto Ryder Cup 2023 - che abbraccia anche il sociale con iniziative a 360° - destinato a lasciare una legacy importante a tutto il territorio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli