Sabatini rivela: "Ho soffiato quel giocatore alla Juve per antagonismo. Sapevo di fare una ca**ata"

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

L'avventura italiana di Juan Manuel Iturbe è durata molti anni, ma non ha offerto i frutti sperati. Dopo l'ottimo impatto sulla Serie A con la maglia del Verona, l'attaccante argentino si è trasferito nell'estate 2014 alla Roma. Un acquisto voluto fortemente da Walter Sabatini, allora dirigente giallorosso, che a distanza di anni ha però ammesso di aver fatto un buco nell'acqua. Il motivo? La rivalità verso la Juventus.

Juan Manuel Iturbe | Giuseppe Bellini/Getty Images
Juan Manuel Iturbe | Giuseppe Bellini/Getty Images

"Quando l'ho preso c'era un’euforia popolare perché aveva fatto molto bene al Verona. Ho detto che me lo sentivo che stavo facendo una ca**ata. C'era anche un antagonismo con la Juventus, volevo inorgoglire i tifosi della Roma. È un errore psichico. Quando poi ha segnato alla Lazio nel derby, in quel momento mi ha ripagato di un'idea di me stesso che era diventata veramente bassa", ha concluso Sabatini ai microfoni di Rete Oro.

Iturbe nella Capitale non si è adattato e si è rivelato uno degli acquisti meno riusciti degli ultimi anni dalla Roma. Attualmente l'esterno argentino ma naturalizzato paraguaiano attualmente è in forza al Pumas, una delle più importanti squadre del campionato messicano e l'Italia è solo un lontano ricordo.

Segui 90min su Instagram