Sacrificio dell'Inter entro giugno: i nomi in ballo, tra certezze e uomini mercato

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

Il futuro di Romelu Lukaku trova spazio anche sul Corriere dello Sport. Dall'Inghilterra è rimbalzata la voce di un'offerta del Chelsea di 100 milioni di euro, ma per il quotidiano romano è "utopico poi ipotizzare che Conte intenda rinunciare al suo principale terminale offensivo, l'uomo attorno al quale si sviluppa tutta la manovra complice la sua abilità a far salire la squadra e a duettare con Lautaro".

Romelu Lukaku | Alessandro Sabattini/Getty Images
Romelu Lukaku | Alessandro Sabattini/Getty Images

Ecco perché il bomber belga sarà trattenuto dall'Inter a ogni costo, o almeno "fino a che non saranno messi sul tavolo 120 milioni" sottolinea ancora il CorSport, sostenendo che a quella cifra un po' di certezze potrebbero vacillare. Il tutto è stato scatenato dalla presenza a Milano di Fali Ramadani, noto agente e anche uomo mercato del Chelsea. Al momento si tratta però solo di rumors e di voci senza conferme.

Il giornale romano insiste poi su un altro punto: una cessione pesante sarà necessaria entro giugno. Bastoni a breve rinnoverà, mentre Barella è intoccabile. Ecco perché vengono fatti i nomi di a Lautaro, Skriniar, De Vrij, Brozovic, Eriksen e, soprattutto, Hakimi. "Hakimi sarà difeso come Bastoni e Barella, fermo restando, però, che nelle condizioni economiche attuali all’Inter non ci sono incedibili, ma giocatori che i dirigenti preferirebbero non cedere", si legge.

Segui 90min su Facebook.