Sala: "Pronti a cedere San Siro a Inter e Milan, vale 70 milioni"

Goal.com
Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, apre alla cessione di San Siro a Inter e Milan: "Nell'interesse della città e dei club".
Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, apre alla cessione di San Siro a Inter e Milan: "Nell'interesse della città e dei club".

Nel giro di poco tempo entrerà nel vivo l'annosa questione stadio per Inter e Milan che il 24 settembre presenteranno i progetti per la costruzione del nuovo impianto, mentre entro il 10 ottobre ci sarà la risposta definitiva del sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

Il primo cittadino milanese ha aperto a una possibilità che finora non è stata presa in considerazione: quella, per i due club, di rimanere a San Siro che diverrebbe di loro proprietà. Ecco le dichiarazioni riportate da 'Calcio e Finanza'.

"Dobbiamo compendiare l’interesse pubblico della città e le legittime aspirazioni di società private di avere uno stadio che per loro vuol dire più ricavi. A questo punto ci sono due ipotesi sul tavolo: uno stadio a San Siro, o uno stadio a Sesto. Io ne aggiungerei una terza, qualora si volesse considerare l’ipotesi di San Siro. Ovviamente il Comune non vuole farci soldi, siamo disponibilissimi alla valutazione di un ente terzo, che dica quanto vale lo stadio. Non abbiamo assolutamente né bisogno né interesse a speculare".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il valore dello storico stadio dovrebbe aggirarsi attorno ai 70 milioni di euro, valutazione già fatta in precedenza.

"Una stima del valore mi pare che sia intorno ai 70 milioni. Abbiamo anche disponibilità a cedere San Siro e offriamo alle squadre di discutere anche di questa ipotesi, prendendo come ente valutatore qualcosa di pubblico, in maniera tale che non ci sia nessuna speculazione".

L'edificazione nel comune di Sesto San Giovanni non andrebbe a genio a Sala che spinge per far sì che si trovi una soluzione in grado di accontentare tutti.

"Qui stiamo parlando di società private che nel loro legittimo interesse potrebbero fare anche una cosa del genere. I club potranno legittimamente scegliere: se preferiscono per le loro ragioni costruire uno stadio nuovo se ne ragionerà, io non posso che cercare di favorirle con tutte le ipotesi. La cosa importante è che si arrivi presto a una decisione, perché questo dibattito rischia di trascinarsi per molto tempo, però noi offriamo la massima collaborazione su ogni possibilità".

Potrebbe interessarti anche...