• Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

L'Empoli devasta la Salernitana poi si rilassa: Cutrone e Pinamonti rendono amaro l'esordio di Colantuono

·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Esordio amaro per Stefano Colantuono sulla panchina della Salernitana che esce sconfitta 4-2 dall'Arechi contro un Empoli devastante nei primi 15 minuti, in gestione fino a fine primo tempo e poi in difficoltà, ma sempre in controllo nel risultato, in una ripresa che per i padroni di casa può servire da punto di partenza per il futuro. Un futuro che dovrà guardare ad una zona retrocessione in cui i granata restano pienamente coinvolti con questo ko, il settimo di questo campionato, e con l'ultima piazza che resta stabile anche con il cambio in panchina. Torna a sorridere invece Andreazzoli che si porta al 10o posto momentaneo a +6 sul terz'ultimo posto. 

Sono bastati 13 minuti agli ospiti per indirizzare con forza la gara evidenziando tutti i limiti della retroguardia della Salernitana. Prima Pinamonti con un taglio sulla sinistra e un diagonale che batte Belec, poi in fotocopia Cutrone dal lato opposto dell'area per il raddoppio. Quindi l'autogol di Stranberg, su cross di Haas, per il 3-0 al 13esimo che avrebbe steso un colosso. E infatti la Salernitana barcolla, non riesce a reagire e rischia più volte di capitolare fino al 40esimo quando Pinamonti entra in area ancora dalla sinistra, tira in porta e poi viene steso da Stranberg procurandosi il rigore che trasforma con un cucchiaio.

Nella ripresa l'Empoli resta negli spogliatoi e la Salernitana, anche grazie ai cambi e all'ingresso di Obi, Bonazzoli e Zortea, cambia passo trovando subito con Ranieri il gol del 4-1. Una svolta attesa da Colantuono che poco dopo al 55' trova anche il 2-4 con l'autogol di Ismajli che rimette in corsa i padroni di casa. È Vicario a rendersi protagonista nel finale per tenere a galla gli ospiti con una parata super sulla linea sul colpo di testa di Djuric che chiude il risultato e manda in paradiso i toscani. A Colantuono rimangono questi 45 minuti, vinti sulla carta sebbene non abbiano portato ad un risultato positivo. Che sia questa la svolta attesa dalla proprietà?

        

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli