Salernitana, Nicola: "Apprezzo Gasperini, noi vogliamo fare il nostro gioco"

getty images

Il tecnico della Salernitana Davide Nicola ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell'interessante sfida di Bergamo contro l'Atalanta di Gasperini.

La Salernitana non ha vinto alcuna delle ultime cinque partite di campionato; con Davide Nicola alla guida, soltanto una volta i campani hanno registrato una striscia più lunga di match senza successi in Serie A: nelle prime sette gare del tecnico piemontese alla guida dei granata nel torneo (tra febbraio e aprile 2022).

Queste le parole del tecnico, riportate da TMW:

"Apprezzo molto Gasperini, allenatore che stimo tanto. Hanno caratteristiche simili al Torino, vanno alla ricerca spasmodica e costante dell'uno contro uno mostrando attenzione sulle preventive e bravura nell'aggredire gli spazi. Vogliamo proporre il nostro gioco e accettare la capacità di duellare e di essere sempre in movimento. Nasceranno molte situazioni da "seconda palla", l'attenzione costante è quella che può fare la differenza. Ci deve essere il gusto di recuperare la palla prima ancora che giocarla. Occorre personalità, è chiaro. A me il secondo tempo di domenica scorsa è piaciuto molto e dobbiamo ripartire da lì. Non voglio il timore di sbagliare ma l'ambizione di far bene e di riprovarci se dovesse andar male".

Una parola anche sul mercato:

"Ho fiducia massima nel direttore e gli ho detto di che caratteristiche abbiamo bisogno. Vorrei fisicità, aggressività, personalità e strafottenza. C'è chi ha la capacità di essere teatrante in campo fungendo da guida per un compagno che invece deve completare il percorso di crescita. Stiamo lavorando sul duello e sul riconoscere la copertura dello spazio. Se uno giocatore non è interessato a marcare un avversario deve essere comunque d'aiuto. Cerco gente giusta e affamata, che possano alzare il tasso di velocità e non solo la qualità. Ma questa squadra mi piace molto. Se c'è da migliorare qualcosa va fatto nei modi e nei tempi giusti. Si è sempre parlato della possibilità di intervenire dietro o sugli esterni qualora qualcuno manifestasse altre idee. Io però ho grandissima fiducia in ciò che ho, solo così posso ottenere fiducia da parte degli altri. Se voglio scoprire quanto puoi fidarti degli altri devi essere il primo a mostrare stima".