Atalanta-Salernitana 8-2: Nicola ci mette la faccia, ma è a rischio esonero

Getty Images

La Salernitana esce dal Gewiss Stadium di Bergamo con le osse rotte dopo il tremendo 8-2 subito dall'Atalanta nella 18° giornata di campionato. Questo ko è così pesante ed umiliante che la società starebbe pensando di cambiare allenatore, anche perchè la stagione dei campani si sta lentamente complicando dopo un ottimo inizio.

Nel corso della conferenza stampa ai microfoni di DAZN, Davide NIcola non cerca scuse e ci mette la faccia, scusandosi apertamente coi tifosi:

"Non sarebbe credibile fare analisi, abbiamo sbagliato atteggiamento. Non siamo stati squadra in campo. Non mi interessa il vantaggio dalla terzultima, mi spiace profondamente per i tifosi perché possiamo fare molto meglio. Troppi gol regalati in modo superficiale, c’è stato poco di tutto. Dobbiamo metterci la faccia per non aver fatto una prestazione adeguata. Bisogna parlare poco e lavorare parecchio. Non siamo riusciti a mantenere elevato il livello di umiltà, tutte le situazioni subite ce le siamo create noi mettendoci molto del nostro. Quando fai questo tipo di prestazioni senza la giusta attenzione devi fare una profonda autocritica senza perdere la voglia di migliorarsi attraverso il lavoro. Starei zitto, ascoltando e accettando le critiche. I nostri tifosi sono venuti in 2mila quando abbiamo vinto contro la Lazio”.

Il Patron Iervolino si aspettava ben altri punti dei 18 attuali che valgono una quintultima posizione obiettivamente molto deludente, dunque, si valuta un cambio. Gazzetta.it fa tre nomi come possibili sostituti sulla panchina della Salernitana, ovvero il favorito D’Aversa, anche se tra i candidati risultano anche Semplici e Di Francesco.