Samardzic: 'Il viaggio a Milano e la chiacchierata con Maldini, ecco perché ho detto no al Milan'

Lunga intervista a La Gazzetta dello Sport a Lazar Samardzic, trequartista dell'Udinese: "Mi inserisco e tiro. Nasco trequartista, sono sempre stato un numero 10. Ma qui all’Udinese quel ruolo non esiste perché si gioca col 3-5-2 e mi sto adattando a fare la mezzala".

IL RIFIUTO AL MILAN - "Venimmo a Milano con tutta la famiglia. Parlammo con Paolo Maldini, ma non me la sono sentita di fare un’esperienza in una grande città in quel momento. Il Barcellona venne a casa mia, invece. Con Patrick Kluivert. Ma scelsi il Lipsia, era a un’ora da casa. Ed è stata una buona scelta".

MODELLO - "Da bambino impazzivo per Ozil, ora ovviamente per il più forte: De Bruyne. Ce l’ho anche nella mia personale squadra di Fifa dove sono praticamente imbattibile. Anche per il nostro portiere Silvestri che è bravo".

INTER - "Henrikh Mkhitaryan è il pericolo numero uno, mi piace perché ha tutto, sinistro, destro. Gran giocatore gli chiederò la maglia".