Sampdoria, Ferrero a tutto campo: "Giampaolo unico, alla Lega vogliono tapparmi la bocca"

Massimo Ferrero commenta con la sua solita ironia il ko dell'Italia in Svezia: "Il processo bisogna farlo solo dopo. Martedì sfasciamo tutto...".

La decadenza da presidente della Sampdoria a causa della condanna relativa al 'caso Livingston' (compagnia aerea facente capo alla sua holding) non è chiaramente andata giù al patron blucerchiato Massimo Ferrero, intercettato da Striscia la Notizia, che gli ha assegnato il 'Tapiro d'oro'.

Più di qualcosa da ridire nei confronti dell'atteggiamento della Lega Calcio nei suoi confronti. "Penso che vogliamo tapparmi la bocca per non farmi mettere più piede in Lega. Mi hanno multato per la mia esultanza contro la Sampdoria, ma se non sono più presidente che multa mi fanno, non ci stanno con la testa. Dopo la decadenza chiamatemi iper-presidente".

E nei confronti della decisione presa: "Qui non è fallito nessuno, questo è un provvedimento di un patteggiamento di una compagnia aerea. Non c'è stato nessun crac, è stata messa in amministrazione controllata".

Si è parlato anche del rinnovo di contratto di Giampaolo fino al 2020: "Di Giampaolo ce n'è uno, tutti gli altri sono nessuno. Ho capito ben presto che non dovevo farmi scappare un uomo del genere. Si è fatto corteggiare per un po' di tempo ma alla fine mi ha detto di sì".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità