Sampdoria-Juventus 1-2: Dybala e Ronaldo tengono Madama in vetta

La Juventus espugna il Ferraris e lancia un altro messaggio all'Inter: decidono Dybala e Ronaldo. Inutile il momentaneo pari di Caprari, poi espulso.
La Juventus espugna il Ferraris e lancia un altro messaggio all'Inter: decidono Dybala e Ronaldo. Inutile il momentaneo pari di Caprari, poi espulso.

Si scrive Gianluigi Buffon, si legge leggenda. Il portiere carrarino, con la presenza numero 647 in campionato, eguaglia Paolo Maldini nella classifica di tutti i tempi. E lo fa in una serata in cui la Juventus espugna il Ferraris grazie a due prodezze di Dybala e Ronaldo. Fantasia al potere. Ingrediente fondamentale per cercare di fare la voce grossa in tutte le competizioni.


Ranieri, fresco di derby vinto, schiera un compatto 4-4-1-1 con Ramirez e Caprari a non dare punti di riferimento. Gli ex Quagliarella e Gabbiadini, non al top, out dallo schieramento titolare. Sarri, alla 100esima vittoria in serie A, opta per il tridente pesante caratterizzato da un turnover ragionato. Terza partita di fila per Danilo, Demiral e Rabiot.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Maggiori qualità tecniche. Maggiore efficacia nel palleggio. La Juve, fin da subito, impone a Marassi la sua identità composta da baricentro alto e pazienza negli appoggi. Eppure, sono i blucerchiati a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa di Ramirez. La risposta della Signora non si fa attendere. Ed è delle più efficaci: palla con il contagiri di Alex Sandro e sinistro vincente – di prima intenzione – targato Dybala.

Una lettura errata in uscita del terzino sinistro bianconero, tuttavia, rovina quanto di ottimo creato precedentemente. La sfera finisce dalle parti di Caprari che, di personalità, riporta il risultato in parità. Da una bell’idea di Ronaldo, per poco, non nasce un nuovo sussulto zebrato: tuttavia la coppia albiceleste non riesce ad arrivare sul pallone. Poco male, per Madama: CR7 prende l’ascensore, in piena media altezza NBA, sfruttando il secondo assist di giornata di Alex Sandro.

Nella ripresa, è Thorsby a spaventare Buffon. Copione analogo tra Matuidi e Audero. Ranieri, per dare un po’ di brio alla manovra, inserisce Gabbiadini al posto di Jankto. Il Digualdo della Juve dura 69’, con Ramsey a sostituire Higuain. Il ritmo cala drasticamente e, con qualche timido affanno, i campioni d’Italia portano a casa l’intera posta. Espulso nel finale Caprari.

IL TABELLINO

SAMPDORIA-JUVENTUS 1-2

MARCATORI: 19’ Dybala, 35’ Caprari, 45’ Ronaldo

SAMPDORIA (4-4-1-1): Audero 5; Murillo 6, Ferrari 6, Colley 6.5, Murru 5 (76’ Augello s.v.); Depaoli 5 (51’ Leris 5.5), Thorsby 6.5, Linetty 6.5, Jankto 5.5 (62’ Gabbiadini 5.5); Ramirez 6; Caprari 6 Allenatore: Ranieri

JUVENTUS (4-3-3): Buffon 6; Danilo 6, Demiral 6, Bonucci 6.5, Alex Sandro 6.5 (82’ De Sciglio s.v.); Rabiot 6, Pjanic 6.5, Matuidi 6; Dybala 7.5 (77’ Douglas Costa s.v.), Higuain 6 (69’ Ramsey 6), Cristiano Ronaldo 7.5. Allenatore: Sarri

Arbitro: Rocchi

Ammoniti: Jankto, Murillo, Ramirez (S), Pjanic (J)

Espulsi: Caprari

Potrebbe interessarti anche...