Sarri: "Critiche? Vado avanti per la mia strada"

Il tecnico della Juventus Maurizio Sarri alla vigilia della partita contro l'Atletico Madrid si è mostrato particolarmente infastidito dalla critiche che la sua squadra ha ricevuto negli ultimi giorni: "Sinceramente non leggo, quindi non mi dispiace. Non è che per valutare la prestazione della mia squadra ho bisogno di leggere quello che scrivete. Cerco di leggere il meno possibile, ogni tanto mi imbatto in qualche articolo di grande intelligenza, ogni tanto, e cerco di estraniarmi il più possibile. Questa squadra ha certe caratteristiche, prima ero un talebano perché volevo giocare sempre il mio calcio, ora non va bene perché mi adatto alle caratteristiche dei giocatori. Se dovessi continuare ad ascoltare ne uscirei matto, quindi vado avanti con il mio lavoro".

Sacchi ha suggerito al mister toscano di "riprendere alcune idee perse nelle ultime partite": "Io la penso come Arrigo. Da tanti anni sono in sintonia  con i suoi pensieri. Chiaro che anche io vorrei vedere la squadra più continua in certi tipi di atteggiamento, poi bisogna tenere conto delle caratteristiche dei nostri giocatori. Sicuramente andremo a migliorare sotto tanti punti di vista, poi alla fine bisogna giocare in relazione alle caratteristiche che abbiamo".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...