Sarri fissa l'obiettivo della Juventus: "Nel 2020 dobbiamo vincere e convincere"

Maurizio Sarri ha parlato dei primi mesi sulla panchina della Juventus: "Siamo ancora in una fase di alti e bassi. Nel 2020 vincere e convincere".
Maurizio Sarri ha parlato dei primi mesi sulla panchina della Juventus: "Siamo ancora in una fase di alti e bassi. Nel 2020 vincere e convincere".

Maurizio Sarri è un integralista, un esteta della tattica calcistica. La sua Juventus non è ancora riuscita ad essere un meccanismo perfetto, in cui gli ingranaggi si incastrano per creare quella bellezza ricercata dal suo allenatore.

In una lunga intervista rilasciata ai microfoni di 'Sky Sport' Sarri ha fatto un bilancio di questa prima parte di stagione sulla panchina bianconera, rivelando anche gli obiettivi che si è prefissato per il 2020. Vincere ogni competizione, come da tradizione bianconera, deve essere il diktat per l'anno che verrà.

 "Siamo ancora in una fase di alti e bassi. Ci sono momenti in cui giochiamo da squadra e in altri meno. Rientra nella normalità, non esiste il tutto e subito. Il Liverpool di Klopp è cresciuto nel tempo e oggi è sul tetto del mondo. Siamo una squadra che vuole vincere pur sapendo che in Europa non è mai semplice. La Champions deve essere un obiettivo, ma con la consapevolezza che ci sono dei rischi dovuti all'alta qualità degli avversari".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il riferimento dell'allenatore della Juventus al Liverpool di Klopp non è casuale. Prima di arrivare a vincere la Champions League e la Coppa del Mondo per club, all'allenatore tedesco è stato lasciato il tempo di sbagliare da parte dei 'Reds'. Klopp nel primo anno a Liverpool è arrivato ottavo in campionato ed ha perso la finale di Europa League, nel secondo anno ha raggiunto il quarto posto in Premier così come al suo terzo anno con i 'Reds, dove però ha raggiunto la finale di Champions. L'anno scorso è poi riuscito a vincere la coppa più ambita d'Europa.

La sconfitta in Supercoppa italiana ha esposto Sarri a diverse critiche, fra cui quelle pesanti dell'ex Chelsea Green, che però non hanno scalfito le convinzioni dell'ex allenatore del Napoli nelle potenzialità di 'Madama'. L'ambizione romantica di portare la Juventus a vincere dominando l'avversario nel senso più sacchiano del termine è quella che alimenta il fuoco dell'allenatore di Bagnoli. Un aspetto che preoccupa Sarri sono i goal subiti nell'area piccola.

"Dobbiamo continuare a vincere e convincere. Vincere col predominio sulle partite è quello che voglio e finora si è visto a sprazzi. La cosa particolare è che prendiamo gol nell'area piccola, un dettaglio che nella Juventus degli ultimi anni non si era mai visto. Dobbiamo migliorare in questo contestualmente alla crescita di elementi di elementi nuovi come Demiral e De Ligt".

Potrebbe interessarti anche...