Sarri sfida la Juventus e un tabù: il suo Napoli mai qualificato nei 180 minuti

Maurizio Sarri, da quando siede sulla panchina del Napoli, non si è mai qualificato nelle sfide andata-ritorno. Bassa anche la media in carriera: 33%.

Oltre che con la Juventus mercoledì sera Maurizio Sarri dovrà vedersela anche con un vero e proprio tabù del suo Napoli, incapace in questi due anni di passare il turno nelle sfide andata-ritorno.

Come sottolinea 'La Gazzetta dello Sport', infatti, l'anno scorso il Napoli venne eliminato ai sedicesimi di Europa League dal Villarreal che vinse l'andata per 1-0 a pareggiò al 'San Paolo' 1-1.Quest'anno invece a eliminare il Napoli agli ottavi di Champions è stato il Real Madrid vittorioso sia all'andata che al ritorno per 3-1.

Un po' diverso il discorso in Coppa Italia dove, dodici mesi fa, la corsa di Sarri si fermò già ai quarti nella sfida unica contro l'Inter passata alla storia per gli insulti rivolti dallo stesso tecnico al collega Mancini.

D'altronde anche prima di arrivare a Napoli le sfide sui 180' non sono mai state la specialità di Sarri che ha passato il turno solo nel 33% dei casi contro il 57% di Allegri, avversario di serata sulla panchina della Juventus.

Ecco perchè la gara di mercoledì sera al 'San Paolo' assume un significato davvero particolare non solo per il Napoli ma anche per il suo tecnico, peraltro ancora alla ricerca del primo trofeo da allenatore del Napoli dopo la vittoria della Panchina d'Oro ottenuta appena qualche giorno fa.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità