Sassuolo-Lazio, Berardi esce dal tunnel: in goal dopo 216 giorni

Il Napoli è già concentrato sulle strategie future. Nel mirino del club partenopeo talenti del calibro di Berardi, Chiesa e Ciciretti.

Fine dell'incubo: Domenico Berardi torna al goal. Su rigore e non su azione, ma è pur sempre l'uscita da un tunnel quasi infinito per un giocatore che, dopo un avvio devastante di stagione, è stato fermato sul più bello da un lungo infortunio.

Il calcio di rigore messo a segno contro la Lazio, nell'anticipo della trentesima giornata di Serie A, è un goal che il talento del Sassuolo aspettava da tempo quasi immemore. Per la precisione da 7 mesi e 6 giorni, o - se preferite - 216 giorni: suo uno dei due goal con cui la squadra di Di Francesco aveva battuto il Pescara, prima di dover consegnare i 3 punti agli abruzzesi per il famoso 'caso-Ragusa'.

Nel mezzo, c'è stato un po' di tutto: un ritorno in campo in pompa magna, il 15 gennaio contro il Palermo, con tanto di assist per le reti di Matri e Ragusa, ma anche il rigore malamente fallito poco più di un mese dopo contro il Milan.

In generale, molti più dolori che gioie. Proprio come il Sassuolo, passato in pochi mesi dal rango di rivelazione di stampo europeo a formazione adagiata nelle zone poco nobili di classifica. Ma ora che Berardi s'è finalmente tolto un peso di dosso, il finale di stagione potrebbe riservare qualche ultimo lampo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità