Sassuolo vince a Napoli ed è secondo

webinfo@adnkronos.com
·3 minuto per la lettura

Sassuolo corsaro al San Paolo. La squadra di De Zerbi si impone 2-0 sul Napoli grazie al rigore di Locatelli al 59' e al gol di Maxime Lopez al 95' e vola al secondo posto in classifica a 14 punti dietro al Milan, mentre la squadra di Gattuso resta ferma a 11 punti dopo un brutto ko.

Gattuso (fresco di intesa con il presidente De Laurentiis per il prolungamento del contratto) prosegue con il suo 4-2-3-1 alternando gli interpreti a sua disposizione, tornano Di Lorenzo e Manolas in difesa, nella linea con Koulibaly e Hysaj, con Ospina confermato fra i pali; a centrocampo rientra Fabian Ruiz in coppia Bakayoko, mentre in attacco spazio al trio formato da Politano, Mertens e Lozano a sostegno di Osimhen. Mentre Roberto De Zerbi propone lo stesso modulo tattico, con la cerniera mediana formata da Maxime Lopez e Locatelli, quindi Muldur, Traore e Boga alle spalle di Raspadori prima punta.

La prima occasione arriva all'11', errore di Consigli che con i piedi regala palla in area ad Osimhen, ma il portiere neroverde rimedia allungando a chiudere lo specchio sul destro dell'attaccante avversario negandogli la rete. Le squadre si studiano con tanta applicazione tattica e non concedono spazi agli avversari. Al 27' Mertens va alla conclusione con un destro a giro dai venti metri, ma la traiettoria è troppo alta. Un minuto dopo risponde il Sassuolo con un tiro cross dalla destra di Traore, dove ci mette la punta delle dita Ospina e manda in angolo.

Al 32' leggerezza di Muldur che regala palla ad Osimhen, che si accentra e appena entrato in area calcia di destro, di poco alto. La gara ora è più aperta e al 42' brivido per il Napoli con Lozano che nella sua area rischia un controllo, perde palla da Traore e lo contrasta, l'avversario cade ma Mariani lascia giocare ignorando le proteste emiliane. Un minuto dopo guizzo in velocità di Boga che dal limite calcia, ma è ottima la risposta del portiere del Napoli che alza oltre la traversa.

Il secondo tempo inizia con il Napoli pericoloso: sullo spiovente mancino di Hysaj esce in ritardo Consigli, anticipato di testa da Osimhen, ma pallone alto. Al 59' però il Sassuolo va in vantaggio grazie a Locatelli che trasforma il calcio di rigore concesso dall'arbitro dopo consulto Var per un fallo di Di Lorenzo su Raspadori. Al 67' perfetto cambio di fronte di Politano a pescare libero in area Mertens che però di destro non trova lo specchio da non più di dieci metri.

Il Napoli tenta il tutto per tutto e al 91' Manolas insacca in mischia ma sulla punizione di Mario Rui sia il greco che Osimhen che aveva colpito di testa, con splendida risposta acrobatica di Consigli, erano in fuorigioco. La squadra di Gattuso al 94' reclama un fallo per una trattenuta di Marlon su Osimhen, ma Mariani lascia giocare e sul capovolgimento di fronte il Sassuolo raddoppia in contropiede con Maxime Lopez che salta la difesa partenopea e depone la palla in rete nonostante l'opposizione di Ospina.