Scamacca fa fatica, i tifosi del West Ham si dividono: 'Vale uno Zaza', 'Aspettiamolo, non è al top'

E' il tema del momento in casa West Ham: quale bilancio per Scamacca dopo le prime settimane? Il centravanti italiano, arrivato in estate dal Sassuolo per 36 milioni più 6 di bonus e il 10% sull’eventuale rivendita, ha realizzato per adesso due reti in 7 presenze complessive, entrambe nelle gare di andata e ritorno dei playoff di Conference League contro i modesti danesi del Viborg. Due gar, le ultime di Premier League, le ha saltate per via di una condizione fisica non ottimale, ma contro lo Steaua Bucarest, nel girone europeo, è rientrato senza però confermare il buon feeling con gli impegni di coppa: un'occasione fallita malamente e la sostituzione all'intervallo con Antonio, che ha dato la svolta al match finito 3-1.

DIBATTITO - I tifosi degli Hammers cominciano a dividersi sul centravanti romano: da chi sostiene che non è meglio di Zaza, altro italiano passato dalle parti di Londra Ovest, a chi ricorda che è appena rientrato a disposizione, fino a chi se la prende con il tecnico Moyes perché isola troppo le punte.

CONDIZIONE - L'arrivo in ritardo al West Ham ha costretto Scamacca a inseguire la miglior condizione fin dall'inizio della stagione, con Moyes che specie nelle prime partite lo ha impiegato con il contagocce, spiegando ora che non era pronto, ora che era indietro, ma non facendo mai mancare qualche parola di stima e di apprezzamento rispetto a quanto fatto vedere. La pazienza dell'allenatore c'è, quella dei tifosi... un po' meno. A Scamacca il compito di farli ricredere a suon di gol.