Scandalo a Seregno, vicecomandante dei vigili e ultrà dell’Inter sui social: 'Milanisti ebrei'. Ora è indagato

·1 minuto per la lettura

Scandalo a Seregno. Il commissario della Polizia locale Massimo Vergani dopo la vittoria dell’Inter sul Milan nel derby di Coppa Italia, ha postato uno stato su Facebook che ha provocato reazioni di sdegno: "Finalmente si ritorna nella nostra posizione naturale di dominio sugli ebrei". Ora è indagato.

'LINGUAGGIO DA ULTRAS' - I milanisti vengono definiti con intenti diffamatori "ebrei", con l'hashtag #rossoneriebrei: il commissario e vicecomandante della polizia locale di Seregno, in provincia di Monza, definisce i tifosi del Diavolo anche come "carabinieri". Sul suo profilo Facebook non nasconde la passione per i colori nerazzurri dell’Inter, e nemmeno il suo incarico di pubblico ufficiale nel comune del Monzese. La vicenda è stata sollevata dal periodico locale Giornale di Seregno, al quale l’agente ha dichiarato di aver solo utilizzato "un linguaggio da ultras".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli