Scontri diretti e differenza reti: cosa succederebbe con Juve e Napoli a pari punti?

Matteo Baldini
·1 minuto per la lettura

Grazie al successo ottenuto dalla Juventus sul Napoli, nel tanto discusso ed atteso recupero della terza giornata di Serie A, i bianconeri sono riusciti a prendere le distanze proprio dai partenopei in classifica, occupando adesso il terzo posto in solitaria a un solo punto dal Milan secondo.

Indicazioni di Gattuso e Pirlo | Soccrates Images/Getty Images
Indicazioni di Gattuso e Pirlo | Soccrates Images/Getty Images

Il 2-1 per gli uomini di Pirlo è andato dunque ad aggiungersi all'1-0 con cui, nell'altra sfida andata in scena in questo campionato, il Napoli era riuscito ad avere la meglio. Interrogandosi su cosa succederebbe a fine stagione in caso di arrivo a pari punti occorre specificare come gli scontri diretti siano di fatto pari tra andata e ritorno, non contemplando valutazioni sul peso dei gol in casa o in trasferta.

Insigne in Juve-Napoli | Giorgio Perottino/Getty Images
Insigne in Juve-Napoli | Giorgio Perottino/Getty Images

In caso di pari punti, quindi, cosa si prenderebbe in considerazione? In primo luogo il dato da osservare sarebbe la differenza reti, a questo punto favorevole alla Juve (+32 rispetto al +29 degli azzurri). In caso di differenza reti uguale però il dato da prendere in considerazione sarebbero i gol realizzati in campionato: il Napoli al momento sopravanzerebbe la Juve di 5 gol, 63 a 58 per gli uomini di Gattuso.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus, del Napoli e della Serie A.