Scozia, un pallone finisce in mare: ritrovato in Norvegia a 1800 km

Durante una partita di Under 19 ad Aberdeen, in Scozia, un pallone è finito in mare ed è stato ritrovato in Norvegia a 1800 km di distanza.

Un racconto del tutto inedito arriva dal nord Europa tra la Scozia e la Norvegia: un pallone finisce in mare ed attraversa 1800 km di mare prima di essere ritrovato nell'isola di Vanna, 10 km a nord di Tromso.

Durante un match di Under 19 scozzese ad Aberdeen il pallone finisce nel fiume Dee, prima di essere trascinato dalla corrente nel Mare del Nord: qui inizia il lungo viaggio nelle acque nordiche prima di essere ritrovato sulle rive dell'isola di Vanna, nella Norvegia settentrionale.


Il club proprietario del pallone è stato avvisato via email: "Ciao, avete effettuato probabilmente uno dei lanci più lunghi del mondo. Un mio amico ha ritrovato il pallone in riva al mare con il nome del club stampato. Ha viaggiato per 1800 km. Siamo situati in un'isola di nome Vanna, a 10 km a nord di Tromso, la capitale della Norvegia settentrionale".

Ai microfoni della BBC scozzese il ritrovatore Johnny Mikalsen annuncia un viaggio di ritorno verso sud: "Il pallone è solamente un po' sporco, ma perfettamente utilizzabile. Sarebbe bello fare visita in Scozia per riportarvelo".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità