Scudetto? No, la Juve rischia di non andare in Champions: errore di Arthur, il Benevento fa festa con Gaich

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

Impresa del Benevento di Pippo Inzaghi che batte la Juve e complica ancor di più la stagione alla Vecchia Signora. Andrea Pirlo ha scelto una squadra a trazione anteriore e ha riproposto la squadra vista a Cagliari ma, se possibile, ancor più offensiva con Bernardeschi terzino sinistro. Chiaro l'intento di provare a scardinare l'arcigna difesa della squadra sannita. In avanti Cristiano Ronaldo in coppia con Morata, sulle ali ancora Chiesa e Kulusevski. Inzaghi ha scelto il 3-5-2 con Gaich e Lapadula di punta. Assenti Glik e Schiattarella squalificati, in difesa spazio per Caldirola, in mezzo al campo Hetemaj,Viola e Ionita.

Adrien Rabiot e Perparim Hetemaj | Valerio Pennicino/Getty Images
Adrien Rabiot e Perparim Hetemaj | Valerio Pennicino/Getty Images

Primi 45 minuti di gioco intensi con il Benevento che si è difeso con attenzione e con la Juventus che ha avuto le occasioni migliori per passare in vantaggio. Al 3' Cristiano Ronaldo con un diagonale è andato vicinissimo al gol. Il Benevento non è rimasto a guardare e ha messo in difficoltà i bianconeri con la coppia d'attacco Gaich-Lapadula ma anche grazie al grande lavoro degli esterni. A metà primo tempo una grande occasione per Danilo con il suo tiro che viene ribattuto dalla difesa, poi due occasioni importanti per Morata: prima bravo Montipò a respingere, poi meno bravo l'attaccante sulla respinta del portiere, quando con il mancino spara alto da buona posizione. Nel mezzo un calcio di rigore prima assegnato e poi cancellato dal Var per un presunto tocco di mani di Foulon.

Nella ripresa il copione della gara non cambia. La Juve fa la partita ma fa fatica a sfondare. Tra il 68' e il 69' sliding doors del match: da un cross di Kulusevski nasce il più grande pericolo per la porta di Montipò, con la deviazione di Barba nella propria porta ma il portiere del Benevento riesce a deviare in angolo. Gol 'sbagliato' e gol subito dalla Juve, su errore di Arthur, appena un minuto dopo: il brasiliano, vicino alla bandiera del corner al limite dell'area, non rilancia ma tenta un improbabile passaggio in verticale per Danilo, Gaich capisce tutto, ruba palla e con il destro batte Szczesny. La Juve reclama per un fallo su Chiesa al 72' ma Abisso non va a rivedere l'episodio al Var. Poi Cristiano Ronaldo ci prova prima con una conclusione potente e poi in rovesciata ma non riesce a far male a Montipò. La Juve dice definitivamente addio allo Scudetto e ora dovrà guardarsi anche da chi le sta dietro perché continuando così rischia di non andare in Champions. Il Benevento torna alla vittoria dopo 11 gare senza successi facendo l'impresa a Torino: 2ª sconfitta interna stagionale per la Juve allo Stadium, dopo lo 0-3 con la Fiorentina di dicembre.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.