Seconda vittima della Dakar 2020: morto il motociclista Edwin Straver

notizie.it
Edwin Straver
Edwin Straver

Durante l’undicesima tappa della famosa corsa nel deserto della Dakar 2020, Edwin Straver ha subito una grave caduta. Nonostante le cure ricevute, il pilota è deceduto il 24 gennaio a causa delle ferite. Il motociclista è la seconda vittima della gara, preceduto da Paulo Goncalves.

L’incidente di Edwin Straver

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il 16 gennaio il motociclista stava correndo la tappa tra Shubaytah e Haradh. In seguito alla caduta, Straver ha lottato per una settimana finché non ce l’ha più fatta. La stessa organizzazione della Dakar ha riportato la notizia della tragedia sul loro account Twitter: “Siamo stati informati dalla famiglia Straver che Edwin è morto a causa delle ferite riportate durante la caduta: tutta l’organizzazione della Dakar porge le sue condoglianze alla famiglia e agli amici di Edwin”.

Percorrendo a circa 50 km/h una zona caratterizzata da numerose dune, Edwin Straver è caduto, causandosi la frattura di una vertebra cervicale. Poco dopo, un elicottero di soccorso dell’organizzazione l’ha raggiunto. In quel momento il pilota era già in arresto cardiaco e i medici hanno dovuto rianimarlo.

Spostato in terapia intensiva, nei giorni seguenti è stato trasportato in Olanda, la sua patria, dove due giorni dopo è deceduto.

Il pilota olandese stava gareggiando per la terza volta la famosa gara. Nel 2019 ottenne uno dei suoi maggiori risultati, trionfando nella categoria “Original by Motul”.

Potrebbe interessarti anche...