Sei Nazioni, l'Italrugby fa scena muta in Galles

Sportal.it

Nella prima gara del "Sei Nazioni" 2020, la nuova Nazionale italiana targata Smith si è arresa, per 42-0, in trasferta, contro i campioni in carica del Galles. Al Principality Stadium della capitale dello stato britannico, gli azzurri hanno provato a tener botta ai "Red Dragons", mostrando qualche nuova idea ma soprattutto le solite lacune. Troppo ampio il divario tecnico, tattico e fisico con il Galles, che nel 2019 non ha soltanto vinto il "Sei Nazioni" ma lo ha letteralmente dominato, con tanto di Grande Slam.

Partita a senso unico, aperto da tre "calci" da tre punti di Biggar. Così, dopo 16 minuti, i padroni di casa si sono portati sul 9-0. A seguire i britannici hanno realizzato, al 18' e al 30', due mete, firmate entrambe da Adams. In queste occasioni Biggar ha fatto una volta centro (la prima) e una volta cilecca, fissando il punteggio sul 21-0.

A metà ripresa, poi, il Galles ha allungato: meta con sfondamento centrale di Tompkins e conseguente trasformazione di Biggar (28-0). Nel finale di gara altri due colpi dei "Red Dragons", per il definitivo 42-0: mete firmate da North e ancora da Adams (tris personale), seguite da due trasformazioni vincenti di Halfpenny.

Prossimo impegno per gli azzurri, in trasferta, contro la Francia, domenica prossima.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...