Seiko Hashimoto nuovo presidente comitato organizzatore Tokyo

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 feb. (askanews) - Seiko Hashimoto, ministra per lo Sport con la delega alla preparazione delle Olimpiadi, è il nuovo presidente del comitato organizzatore delle prossime olimpiadi di Tokyo. La nomina di Hashimoto segue le dimissioni di Yoshiro Mori, dopo le polemiche sollevate da alcune sue frasi sessiste ("le riunioni a cui partecipano troppe donne in genere vanno avanti più del necessario". "Se una di loro alza la mano per intervenire, le altre si sentono obbligate a rispondere, e si finisce che tutte quante si ritrovano a partecipare"). A lei il compito di guidare il Paese verso l'appuntamento sportivo più imporante dell'anno, rimandato dal 2020 al 2021 a causa della pandemia di Covid-19.

"Non risparmierò alcuno sforzo per il successo dei Giochi di Tokyo", ha detto Hashimoto dopo aver accettato l'incarico. Hashimoto ha partecipato sette volte ai giochi olimpici estivi, alle gare di ciclismo su pista, e invernali, tra il 1984 e il 1996, vincendo la medaglia di bronzo nel pattinaggio di velocità nell'edizione di Albertville del 1992. Nel 2014 è stata al centro delle polemiche dopo la pubblicazione di alcune foto che la ritraevano mentre baciava un giovane pattinatore, durante le Olimpiadi di Rio quando Hashimoto era capo missione per la squadra giapponese.

La nuova presidente scelta al timone del comitato organizzatore dei Giochi Olimpici giapponesi guiderà una commissione ad hoc, istituita a seguito delle dimissioni repentine dell'ex presidente Yoshiro Mori.