Serie A, il Milan si impone nel finale concitato di Empoli

Una partita per ampi tratti scialba si accende nei minuti di recupero, che consentono al Milan di riscattare lo scivolone del Meazza contro il Napoli e di restare appunto in scia ai partenopei, oggi vittoriosi sul Toro.

Nonostante non brilli e debba pagare dazio agli infortuni (finiscono difatti kappaò nel primo tempo Saelemaekers e Calabria e nel secondo Kjaer), il Milan si vede respingere dall'ottimo Vicario le occasioni capitate a Leao e la traversa è solo accarezzata da Giroud su calcio di punizione: la formula vincente pare quella che ha regalato lo Scudetto qualche mese addietro, ossia azione personale del portoghese che invita il neo-entrato Rebic a depositare nel sacco, ma Bajrami riacciuffa il pari approfittando di un incerto Tatarusanu. Siamo a inizio recupero e il piazzato dell'albanese sembra quello che chiude la contesa.

Sbuca però l'eroe che non aspetti, Ballo-Tourè: il senegalese segna l'immediato 2 a 1, consolidato dal contropiede conclusivo dell'inarrestabile Leao.

Con l'infermiera affollata e in vista del trittico Chelsea-Juventus-Chelsea (in programma tra mercoledì 5 e martedì 11), al Milan va benissimo così.

EMPOLI-MILAN 1-3 (0-0)

EMPOLI (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic, De Winter, Luperto, Parisi; Haas (83' Cambiaghi), Henderson (58' Bajrami), Grassi (45' Marin); Pjaca (58' Bandinelli); Lammers, Satriano (83' Destro). All. Zanetti.

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria (38' Kalulu), Kjaer (72' Dest), Tomori, Ballo-Touré; Bennacer, Tonali; Saelemaekers (32' Krunic), De Ketelaere (72' Brahim Diaz), Leao; Giroud (72' Giroud). All. Pioli.

ARBITRO: Aureliano (Bologna)

GOL: 79' Rebic (M), 91' Bajrami (E), 93' Ballo-Touré (M), 96' Leao (M).

AMMONITI: Kjaer (M), Haas (E), De Winter (E), Luperto (E), Bennacer (M).