Lazio a valanga sullo Spezia, Atalanta frenata dal Bologna: Gonzalez e Vlahovic lanciano la Fiorentina contro il Torino

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La Lazio asfalta lo Spezia all’Olimpico. Gli ospiti partono bene con il gol a porta vuota dell’ex Roma Daniele Verde, ma la reazione biancoceleste arriva immediatamente sotto la stella di Ciro Immobile. Dopo un brutto Europeo il numero 9 della Lazio ha iniziato alla grande il campionato e oggi si riconferma con una tripletta (in mezzo sbaglia anche un rigore). Poi dilagano Felipe Anderson e Hysaj. A peggiorare la situazione per i liguri ci si mette anche l’espulsione di Amian. Nel finale c’è spazio anche per un golazo di Luis Alberto, dopo aver fornito 3 assist. L’aquila biancoceleste divora l’aquilotto bianconero. La Lazio di Sarri è già spettacolare!

Tutt’altro che spettacolare è invece l’Atalanta, ma i meriti sono soprattutto di un solidissimo Bologna. I nerazzurri faticano in casa contro gli emiliani messi molto bene in campo da Mihajlovic e non vanno oltre lo 0-0.

Vittoria meritata della Fiorentina di Italiano, che supera il Torino 2-1 in casa e conquista i primi 3 punti del suo campionato. Un primo tempo abbastanza equilibrato, dove i viola comunque spingono di più e vengono premiati poco prima di andare a riposo negli spogliatoi: assist di Castrovilli per Nico Gonzalez, che entra in area di rigore sulla sinistra e con un mancino affilato calcia e supera Milinkovic. Nella ripresa la viola continua ad attaccare molto bene, trova diverse occasioni e alla fine raddoppia con Vlahovic al 70': assist di Bonaventura dalla destra e colpo di testa micidiale dell'attaccante serbo, che segna così il suo primo gol in campionato. Il Toro la riapre nei minuti finali con un bel gol di Verdi, ma si sveglia troppo tardi e non basta. Ancora lavoro da fare per Juric, festeggia invece la prima vittoria Italiano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli