Serie A, lo spezzatino diventa un giallo: prima il sì da 13 club, poi voto revocato e rinviato

·1 minuto per la lettura

Gli orari-spezzatino per la Serie A 2021/22 sono approvati, anzi no: la votazione in Lega diventa un giallo. Durante l'assemblea, i club avevano inizialmente dato il via libera alla proposta di spalmare le 10 gare di ogni giornata in altrettanti orari diversi con 13 voti a favore, ma in un secondo momento la votazione è stata revocata.

GIALLO - La svolta è stata motivata dall'ottica di una maggiore valorizzazione ma è arrivata principalmente per le forti pressioni esercitate dal presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, e da quello del Genoa, Enrico Preziosi. Tutto fermo dunque, la proposta verrà discussa nuovamente la prossima settimana.

DAL PINO - All'uscita dall'assemblea, il presidente di Lega Serie A Paolo Dal Pino ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti presenti: "Rinviato lo spezzatino? L'assemblea non ha preso decisioni su questo".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

MAROTTA - All'uscita dell'assemblea, brevi dichiarazioni dell'ad dell'Inter, Beppe Marotta: "Non si è deciso nulla? Esatto. D'Ambrosio ha rinnovato? Quasi".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

PREZIOSI - All'uscita dell'assemblea parla il presidente del Genoa, Enrico Preziosi: "Ci siamo presi il tempo per valutare se ci siano soluzioni migliori".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli