Serie A lontana dal resto d'Europa: quanto incassano le big dal main sponsor?

·2 minuto per la lettura

Con gli incassi da stadio prossimi allo zero, le società di Serie A (e non solo) si ritrovano davanti un compito molto importante, considerata anche la situazione economica globale: aumentare i ricavi dagli sponsor. E - neanche a dirlo - la cifra più alta arriva tramite il main sponsor, ossia lo sponsor principale che viene messo bene in evidenza sul petto delle maglie da gioco (e in diversi casi, anche di allenamento).

Quali main sponsor pagano di più in Serie A?

Non è ancora ufficiale, ma quasi, l'accordo tra l'Inter e Socios.com (piattaforma di blockchain). Un contratto che porterà - come riporta Calcio & Finanza - nelle casse nerazzurre 20 milioni di euro annui. Un piccolo passo in avanti per il club nerazzurro rispetto al precedente matrimonio - durato 26 anni - con Pirelli, che portava in cassa non più di 13 milioni, salvo rari casi (nella stagione 2018-19 per esempio, il marchio produttore di pneumatici ha versato circa 19 milioni di euro).

Perché un piccolo passo in avanti? Semplice. Juventus e Fiorentina continuano ad incassare di più. I bianconeri tramite Jeep metteranno in cassa circa 45 milioni di euro più bonus all'anno fino alla stagione 2023-24, mentre i viola tramite Mediacom incasseranno 25 milioni di euro a stagione. C'è però un piccolo particolare: entrambe queste sponsorizzazione sono legate direttamente o indirettamente alla proprietà del club. La famiglia Agnelli infatti controlla Jeep e Rocco Commisso, patron della squadra toscana, è proprietario anche di Mediacom.

Poco sotto l'Inter troviamo il Sassuolo con i suoi 18 milioni di euro annui incassati da Mapei. Anche qui si tratta di un accordo tutto interno: il club emiliano e l'azienda che produce materiali per l'edilizia fanno parte della famiglia Squinzi.

Numeri ancora più bassi per Roma, Milan e Napoli. I giallorossi hanno sottoscritto un nuovo contratto con DigitalBits, si parla di circa 12 milioni di euro all'anno per tre stagioni. I rossoneri invece hanno rivisto al ribasso il precedente accordo con Emirates: si passa da 14 a 10 milioni l'anno fissi, ma il club ha eliminato l'esclusività del marchio dalla maglia. Infine i partenopei che portano fino ad ora hanno portato in cassa 9 milioni l'anno con il tridente Lete-MSC e Kimbo.

La situazione main sponsor fuori dall'Italia

Considerando tutti i top club europei, al vertice della classifica degli incassi da main sponsor troviamo il Real Madrid grazie al contratto da 70 milioni di euro l'anno con Emirates (differenza abissale rispetto ai 10 milioni del Milan). Anche il Paris Saint-Germain porta a casa una discreta somma: ALL spende 60 milioni di euro a stagione per avere il proprio marchio sulla maglia dei parigini.

Passo indietro invece per il Manchester United. I Red Devils fino alla stagione 2019-20 incassavano 74 milioni l'anno da Chevrolet, ora invece portano a casa circa 50 milioni di euro tramite l'accordo con TeamViewer.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli