Serie A: quarantena soft, arriva il via libera del governo. Gravina: ‘Altro passo avanti'

Calciomercato.com

La Serie A che ripartirà tra pochi giorni non verrà interrotta per eventuali nuovi casi di positività al coronavirus. E’ arrivato infatti l’ok del governo alla cosiddetta quarantena soft, che permetterà l'isolamento del singolo soggetto positivo, e non dell'intera squadra, qualora ci fossero nuovi contagi. Una disposizione che dovrebbe assicurare la conclusione dei campionati di Serie A e B. E’ stato emesso poco fa l’atto amministrativo che sana l’incompatibilità tra il decreto legge dello scorso 16 maggio e il protocollo per la ripresa della Figc.

NUOVE DISPOSIZIONI - Se un giocatore o un membro dello staff tecnico di una squadra dovesse contrarre il coronavirus, verrà isolato singolarmente. Il resto della squadra andrà in ritiro per due settimane, e a tutti i giocatori verrà effettuato un tampone, compreso un test sierologico a risposta rapida (per i quali si attende ancora l’ok del ministero della salute) a poche ore dall’inizio delle partite. Un sistema già adottato in Bundesliga, che permetterà dunque alla Serie A di evitare nuove paralisi e stop in caso di nuovi contagi.

GRAVINA ESULTA - Soddisfatto il presidente della Figc Gravina, che ha così commentato all'Ansa la decisione del governo: "La circolare che regola la quarantena per le squadre professionistiche, così come da indicazioni del Cts, è un’ulteriore passo avanti per il completamento della stagione sportiva. Ringrazio il Ministro Speranza e tutto il governo. Auspico adesso con grande senso di responsabilità, a partire dai tifosi che alimentano ogni giorno la passione per il calcio, che si adottino comportamenti che non vanifichino gli sforzi fatti”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...